Chiudo gli occhi e scorrono i ricordi in questo torrido gelo.

Guardiani di cartone in mezzo alla via annunciano l'arrivo.

Ruggine marrone scorre dai tubi lasciando il posto ad acqua sorgiva.

Alchemia di sensazioni miste, miele e tartufo,lacrime in una coppa di vino rosso.

Sigarette accese in un cassetto di segreti,errori grammaticali sono i miei pensieri.

Connessioni saltate,alte frequenze sfamano orecchie in una notte fantasma.

Assetato di istanti mentre il tempo fuori corre furioso ,

distratto da fili d'ambra  guardo oceani profondi mischiarsi al profumo di mele e caffè.

Apro i cancelli alla tiepida sera dalla torre di guardia,

Maria mi osserva mentre una lacrima le accende il viso.

Una croce bianca su un drappo blu ora si libra nel vento,

cornamuse scandiscono un melodioso silenzio.

E' arrivata Lucrezia,esile,triste ritratto sbiadito da un'esistenza  sbagliata.

Nessuno lesse il tuo cuore maledetto da quel Dio crudele,

miracolo della natura offeso da un abito rosso.

Il tuo amore io posso sentire tra carte bollate e intrighi di corte;

non voglio potere ma solo  passare,in pace, le porte di Ade.

La sera cala,un volo di Erinni su un passato vigliacco cancella di colpo il nostro dolore.

Un'aria di note e strumenti muti racconta di suoni celati.

Mi siedo,eremita mangio bocconi di carne ,

ascolto il nitrito dei cavalli correre lungo il muro dell'Arco di Porta.

Se solo questa luce che porto con me fosse eterna,

donerei una città in fiamme alla prima cometa nel cielo di Novembre.

La pioggia che scende bagna la spalla,la sabbia  su se stessa non si ritrae dal suo mare.

Corre all'ultimo piano l'ascensore dei pensieri,

memorie indelebili abbracciano e piangono il Graal atteso da tempo;

Gli occhi sono ancora chiusi,ma quel bagliore vivrà dentro di me.

poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

7 Commenti

  1. se il cuore rimane aperto, basta sporgersi e cogliere l'ispirazione...

  2. complimenti alessio ... e ti prega, rimani ispirato :))

  3. Grazie Manuel ... l'Ispirazione non sai da dove arriva ... la riconosci e gli doni tutto te stesso ... perchè come l'acqua scorre in te ... e senza di lei non si può vivere


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito