Occhio per occhio Dovevo saperlo che era una giornata no: prima la telefonata a casa, praticamente all’alba, per avvertirmi di recarmi in via dei Peschi 36, quartiere Zaist, per un omicidio; poi, uscita in strada, il vistoso sfregio sulla Yaris nuova. Avevo morbosamente accompagnato la riga lasciata dalla chiave a...