Sei un vento premuroso ed elegante che sfila in un ricordo e nel tempo. Ti rivedo svolazzare nei tuoi pantaloni bianco schiuma, passeggiare e scrivere una poesia sulla sabbia. Un marinaio d'inverno capace di navigare anche a terra. Quel giorno, i capelli ammorbiditi dalla luce della mattina si curavano di...

nuvole

Un passaggio

Pikadilly

Solo io ho bisogno di dirtelo, quel “Ti amo”, la tua bocca lo ha bandito, i tuoi occhi lo temono, la tua pelle lo disintegra prima che ti tocchi. Mi rimane qui e non posso mandarlo giù tanto è attratto da te. Ti vuole, quasi più di me. Cerco un modo...

Fermati adesso, perché le mie mani non vedono bene come prima e ho paura che non riescano più a riconoscere la tua pelle.  Ogni volta che cambi, devo mutare anche io per ritrovarti. Se dovessi perderti di nuovo, non potrò tornare indietro e pretendere di riaverti perché tu sarai già...

"Secondo lei posso riconoscere quelli come me?" "Sì, è possibile, ma non mi sento di darle questa certezza e poi a che servirebbe?" "A nulla, forse. Magari ho solo bisogno di luce in questo buco nero." Quale risposta volessi da lui non lo sapevo nemmeno io. Uscita dallo studio, mi...

No, non posso usare queste parole, mi serve qualcos'altro. Non te ne accorgi? Guardano solo te. Ti stai nuovamente muovendo tranquillo nei miei silenzi attraendo tutti i ricordi più piacevoli e rubando parole. Vuoi prenderti la felicità passata per conquistarti il futuro, per ricattarmi, cosìcché io non possa più nemmeno...