1. Tom guardava la TV, guardava Willie il coyote che inseguiva Road Runner, l'uccello azzurro che faceva quello strano verso, bip bip, e che tutti pensavano fosse uno struzzo e che invece no, non era uno struzzo, ma – gli aveva spiegato una volta suo padre - un uccello dei...

Appena posso ti farò un boni­fico per­ché, cri­sto, dovrà pur essere ricom­pen­sato que­sto tuo intenso cazzo di lavoro nei miei sogni. Ed è da un po’ che mi domando per­ché gli arzilli si chia­mano arzilli, se arzilli non sono. La cru­deltà dei sogni. Che saremo pure insi­curi, ma abbiamo altri pregi​.In vino...

Niente è più complicato della semplicità. Crocevia di occasioni mancate, di baci non dati, di parole non dette, di amori falliti, mai nati. Dirti che mi piaci è stato come cercare di fare una rivoluzione soft, come farsi eleggere deputato per cambiare il sistema dall'interno: un fallimento. Stupiscimi, ma tanto...

Non ti capisco. Non ti capisco proprio. Ti fa schifo cagare nei bagni pubblici perché pensi che sono sporchi. Pensi: Cazzo, chissà quanti culi ci si sono appoggiati? I culi di chi poi? Poi però sei lì, con dolori simili al parto che ti fanno piegare in due. Sogni il...

1. Pensavo di poter studiare qualcosa oggi, ma mi sbagliavo. Che poi a saperlo non mi sarei mosso da casa, ma c'era questa favolosa giornata primaverile che mi chiamava da fuori, e al suo richiamo non ho resistito. Per questo sono venuto qui, al Tempietto – che non è altro...