Blues dei sogni persi

Senza categoria VeraLiberta

Blues dei sogni persi. Blues delle notti a rendere.
Blues di menti massacrate e di sorrisi in caduta.
Blues di gatti color del fumo e di loop di vocali.
Blues di case sospese e del mare che sogna. Blues di mostri sciocchi.

Scivola il tabacco sopra a mani stanche. E una piccola birra solitaria.

Blues di fiori virtuali e di nuvole in testa. Blues dell'amore che termina-inizia.
Blues di calma piatta. Blues di denso fumo.
Blues di poesie dissacranti e di immagini rosse. Blues della distanza.
Blues dell'ospedale. Blues col tempo rotto.

Scivola la penna sotto a dita stanche. E una stella nauseata.

Blues del troppo spazio. Blues di pirati a terra.
Blues di tatuaggi immobili. Blues di scarpe nuove.
Blues di sigarette all'arancia. Blues di nuovi amici.
Blues della vertigine. Blues di indecisione.

Scivola la mano verso un volto stanco. E una lacrima di sabbia.

Blues della frattura esposta. Blues dei piani dorati.
Blues di gelide ipotesi. Blues delle favole morte.
Blues degli eroi silenziosi e di lunghe scale senza fine. Blues di nulla.
Blues dei sogni persi. Blues di vuoti a rendere.

VeraLiberta
VeraLibertà nasce a Milano ma, ben presto, scappa in cerca del mare. Scrive, da sempre, su tutto quello che le capita a tiro: fogli, scontrini, muri, a volte anche sulle proprie mani. Quando non scrive, scatta fotografie, legge o dorme. Ha una vera e propria cotta per gli haiku giapponesi e per la poesia contemporanea. Da grande vuole fare il pirata. Ha pubblicato due libri di poesie: "Le stelle dono andate tutte al cinema" e "Biologica al 97%". Fa parte di Nucleo Negazioni.

Suoi ultimi post

7 Commenti

  1. In che accordi vogliamo suonarla?

    Se mi dici quali sono me la invento alla chitarra e poi te la suono...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito