La bolla è una culla

dove le nostre forze si uniscono,

dove le mura non crollano,

perchè è una casa sicura,

disegnata dai bambini.

Le pareti sono fatte di ricordi belli,

il soffitto è retto dalla fantasia,

il terrore è cosa fuori.

 

La bolla è un mondo a parte,

la Terra è un gigante

che scuote le sue spalle

buttando all’aria tutto.

Là fuori dalla bolla

i sassi piovono

i tetti cadono

i cani abbaiano.

 

Persone:

dormivano là sotto,

piangevano là fuori,

venivano da fuori

per salvare quelle sotto

e quelle che eran fuori

son ora sotto lo stesso.

 

Ma noi eravamo dentro,

dentro la bolla di ovatta,

dove i gatti nascono

dove i bambini cantano

dove l’odore della brace

chiama a cenare insieme,

oltre la polvere

che non fa respirare.

 

Noi siamo là,

col peso ed il valore

di essere rimasti vivi,

è notte in cima a un colle

che guarda la città morire.

Solo sirene e uomini in divisa

provarono a fermarci,

ma siamo evasi,

con la mano nella mano.

 

 

Laura Bertolini
Laura Bertolini
(Cerca i miei libri su Amazon: Laura Bertolini "I colori dentro" e "Extreme Fishing")Laura nasce a Cecina il 15 Gennaio 1978.Scrive le prime poesie all'età di 8 anni, sorprendendo gli adulti per la sua precoce vocazione letteraria e per la straordinaria facoltà di percepire il colore di tutto ciò che la circonda. "Mi sono autodefinita un'attivista poetica perché mi piace usare la poesia per far riflettere le persone, per animare i sentimenti, tradurre in parole ciò che vedo con i miei occhi, o come mezzo di denuncia.L'elemento della Natura, nelle sue colorate manifestazioni, con i suoi odori, si mescola all'umano in quanto essenza primordiale, forza generatrice e rigeneratrice. Si presenta spesso nei miei versi perché ho radici che affondano completamente negli elementi naturali. Io sono figlia del mare, della valle, della montagna. Da bambina ascoltavo la voce degli alberi e del vento. Questa è la mia essenza.La forza motrice che mi permette di organizzare incontri di reading con il pubblico, e che mi manda avanti come artista, è data dalle persone stesse che comprano i libri, che mi raccontano le proprie storie di vita e condividono con me le emozioni.Vivo in America ma non sento di appartenervi e mi sento un po' come in esilio, dove la poesia diventa studio e impegno meticoloso, oltre che resistenza di un'identità veramente mia."

Suoi ultimi post

1 Commento

  1. bellissima tesoro


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.