Profonda abbastanza
la fossa dello Stretto,
strappo per l’Isola
delle mandorle amare
e dei fichi zuccherini
dallo stivale italico.

Da rimanerne in fondo.

Giuseppe Sanalitro
Giuseppe Sanalitro
Giuseppe Sanalitro è nato nel 1974 a Piazza Armerina (En). Diplomato in pianoforte (sotto la guida di MariaFranca Turchio Roccella, scuola Ziffer Conservatorio di Palermo), è impegnato nell’attività musicale in veste di pianista, docente di strumento e storia della musica, di esperto per enti ed associazioni, premi e festivals. D'ispirazione minimal-impressionista è la sua composizione. Nel campo letterario ha esordito con la silloge “L’equilibrista” (Il Filo). Vincitore e finalista in più premi letterari (tra gli altri: Racconti Nella Rete, Genti, Terra Dei Ciclopi, Franco Rosa, Verba Agrestia, Tindari-Patti), è presente in diverse antologie, riviste di settore, quotidiani on-line e siti web con liriche e racconti. Di un suo soggetto, vincitore unico del Premio Racconti per Corti 2010, dalla Scuola di Cinema Immagina (Fi) è stato realizzato un cortometraggio del quale ha curato anche le musiche oltre alla sceneggiatura. Essenziali Essenze è il suo ultimo lavoro poetico (Centro Studi Tindari patti Editore, 2010).

Suoi ultimi post

7 Commenti

    • Karen, imparentarsi con Word Shelter è per me motivo di gioia, non c'è membro della famiglia che non valga ammirazione. Proverò a ricambiare la generosa ospitalità al meglio 🙂

  1. Benvenuto Giuseppe.
    Meravigliosa Sicilia.

    • Come ho già avuto maniera di scrivere, imparentarsi con Word Shelter è per me motivo di gioia, non c'è membro della famiglia che non valga ammirazione.

  2. L' immediatezza del tuo dire mi emoziona sempre. Ma quale sortilegio ci lega a questa nostra magnifica TERRA dalle mille sfaccettature? Bella ........... da rimanerci !!!!!!!!!!!
    Ciao, Peppe, continua a deliziarci con le tue ..... sinfonie. poetiche.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito