Carlotta corre (e si volta indietro)

Poesie Jeanpaul

Senza respiro
corrono i sogni
del mondo perduto
di orgasmi interrotti

Carlotta corre
e si volta indietro

dove sono
i pazzi arroganti
di ruggiti violenti,
dove sono
i mille sorrisi
dei venditori del nulla,
dove sono
le lacrime nella pioggia
dei bimbi violati
dei feriti senza ospedale
dei dimenticati senza mangiare
dei torturati senza ragione,
dove sono
i dolci silenzi
delle promesse dell’arcobaleno…

Carlotta corre
e si volta indietro

ritarda la marea
che inghiotte i fantasmi
di ricordi spezzati
e di incubi online,
lontano
miagola un gatto
forse un presagio

Carlotta si ferma

le lacrime negli occhi
dov’è l’happy end
è quasi l’alba
voleva solo
mandare un bacio alla luna.

Jeanpaul
Jeanpaul
Amicizia, amore, odio, indifferenza: realtà, fantasie o scherzi? Senza certezze, vivere infelici o con l'ebbrezza del disincanto? (jeanpaul/1996)Il tempo passa ma saremo immortali se saremo capaci di sopravvivere all'angoscia della consapevolezza. (jeanpaul/2010)

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. il mondo è pieno di sogni spezzati
    chissà se da qualche parte si sono realizzati
    in qualche universo parallelo almeno
    dove le lacrime si sono asciugate al sole davanti a un tramonto, in un posto dove le cose si possono aggiustare e non si buttano subito come facciamo qui...
    è bellissima questa poesia
    siamo tutti una qualche Carlotta che corre e si volta indietro

  2. Grazie Karen, chissà perché mi ha ispirato Asaf Avidan con quel suo struggente grido di dolore...

    • Forse perchè ha ragione lui...un giorno saremo vecchi e ci spaventano i rimpianti che inevitabilmente arriveranno e tutti quei desideri irrealizzati.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito