"Nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità." Albert Einstein

A volte basta bussare per entrare nella mia testa.
Stamattina un pensiero si spoglia di ogni possibile parola e si accomoda sulla poltrona Chester di fronte al camino, quella dove di solito riposano le mie insicurezze.
È paradossale come a volte siano proprio le idee che non mi aspetto a farmi visita.

Caro mio pensiero, devo dirti che ci sono solo poche certezze nella mia vita: che darei l'anima per le persone che amo, che l'invidia è solo il tempo perso a desiderare, che le rose vanno bene in qualunque occasione, che la carbonara senza guanciale non è una carbonara, che il sole è una stella morente, e che niente è più importante di trascorrere del tempo ridendo con un vecchio amico, soprattutto se il vecchio amico è il tuo migliore amico.

Caro pensiero io non credo nel destino. Credo invece che molto dipenda da noi, che ad ogni azione corrisponda una reazione, che sia più importante il tempismo della scelta stessa e che anche l'evento più insignificante come sciogliere una zolletta di zucchero nel caffellatte possa cambiare il corso di ogni cosa, a volte in meglio, anche se all'inizio magari non sembra.

Non temo il fatto che la vita sia affidata al caso, ma ho paura di trovarmi troppe volte a pensare a cosa sarebbe successo se tutto fosse andato diversamente. Se invece di andare in vacanza mi fossi presentato quel giorno in accademia come voleva mio padre. Se avessi avuto un fratellino. Se avessi chiamato con AQ da terzo al FT a Deauville. Se non avessi avuto mia figlia.
Tutto scorre e siamo in balia di una corrente fredda, ma sta comunque a noi decidere come affrontare l'onda.
Non si può tornare indietro nel tempo per correggere i nostri sbagli ma, come disse un certo Albert Einstein, bisogna provarci, perchè le cose che contano si ottengono solo sfidando tutte le leggi possibili, anche quelle della fisica.

Caro pensiero, oggi più che mai so che per vivere non basta l'equilibrio, bisogna anche lottare continuamente contro lo scorrere fascista del tempo, delle invidie e della sorte avversa. Oggi gioisco per un conflitto vinto a dispetto di tutte le mie insicurezze, ma so che potró ancora perdere per via di quella imperfezione ereditaria che mi spinge a combattere le improbabili e spietate battaglie che sulla carta non sono in grado di vincere.
Sono però convinto che in una società fortemente competitiva non sia poi così negativo uscire ogni tanto sconfitti e che il sapere di "essere" o "non essere" il più forte è un dato del tutto ininfluente. Per una posta alta vale sempre la pena battersi e fare di tutto per imporsi, incuranti di quello che deve accadere, perchè alla fine potrebbe addirittura non accadere.

Questo devo a me stesso, a mia figlia e alla donna che amo, al mio pensiero libero ed a tutte le persone che mi vogliono davvero bene.

Gianluca Marcucci
Gianluca Marcucci
L'anno di nascita è un enigma: Il numero degli sbarcati con Garibaldi, moltiplicato i figli della Lojelo, sottratti gli apostoli, moltiplicato il modello della fiat più venduto nella storia, sottratta la maggiore età, per il numero dei moschettieri, diviso i punti cardinali. Romano di nascita, piemontese di adozione, imprenditore per passione, giornalista per definizione e scrittore per gioco. Dicono che sia un professionista del poker, ma la mia vittoria piu' grande è alta circa un metro, fa qualche capriccio e quando sorride mi trasforma in Peter Pan... http://poker.sportmediaset.it/wpmu/

Suoi ultimi post

2 Commenti

  1. GRANDE ... come sempre: Non temo il fatto che la vita sia affi­data al caso, ma ho paura di tro­varmi troppe volte a pen­sare a cosa sarebbe suc­cesso se tutto fosse andato diver­sa­mente.

  2. Mamma mia Gianluca che bel pezzo. E il tuo "caro pensiero" si apre anche a me e si sovrappongono alle immagini da te descritte le mie. Le cose fatte e non fatte.
    Le persone che mi sono state vicine anche quando nemmeno me ne accorgevo.
    Arrivo qui, dove son ora seduta, sul letto e il cicalare fuori delle cicale.
    E son qui per mie scelte mai dettate dal caso.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito