Corridoi

Senza categoria Marco Scazzeri

Mi danno una strana sensazione i corridoi dei piani degli alberghi delle grandi città; porte che si aprono e si chiudono come se fossero di ovatta.
Corpi si incrociano, sconosciuti,notandosi appena, non salutandosi.
L’estraneità si può prendere a morsi nell’aria.
Stasera ti ho rivista mentre rientravi nella camera trentotto, l’espressione tumefatta del tuo sguardo quasi assente.
Fuori dalle finestre uno strano cielo di febbraio si sforza a rimanere celeste oltre il porpora del tramonto.
Lo delimitano le luci artificiali dei lampioni già accese; uccelli in volo mi distraggono; faccio cartaccia dei miei pensieri.

Marco Scazzeri
Ciao a tutti , mi chiamo Marco , ho 36 anni , scrivo racconti brevi e vorrei tanto poterli condividere con tutti voi ed avere una vostra opinione sul mio modo di scrivere e sui racconti stessi . Un caro saluto a tutti , vi attendo , Marco Scazzeri .

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. Ma vivi in un albergo?

  2. Chissà perchè la gente spesso abbassa lo sguardo quando ci incrocia in un corridoio o in una via! ... mi piace guardare queste persone e sorridere! perchè sicuramente con la coda dell'occhio mi vedono! ... e magari si pentiranno di non aver alzato lo sguardo! :))


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito