Di gelo e fuoco

Poesie Elena Condemi

Ove si tinge
questo cielo di pallore
ed invade così
lento lo spazio tuo
di turchese interno

si susseguono
le parole del vuoto...
ch’esse non dicono
appena più del nulla.

Ove si stinge
l’arcobaleno odoroso
di canto fremente
che più non s’indora

Ove mi spinge
la speranza tesa
e poi
s’accorcia
nuovamente il fiato…

lì temo
di ritrovarti amore mio.

Nella silente stagione
d’avvezza sconfitta
ove m’affondi
la trama di luce
in pasto alla notte tua
e poi mia...

come lupo
imperioso d’argilla
ed allora già
il petto mi tace.

Così perdo
di gelo e fuoco
smarrita
l’istante del noi.

E tu feroce
mi rinneghi
e vaghi ancora.

Elena Condemi

Elena Condemi
Elena Condemi
So solo che mi emozionai incontrando per caso un'Olivetti a casa di mia nonna, e non riuscii a lasciarla più. Pareva conoscermi meglio di chiunque altro. E la conservo tutt'ora, proprio come si fa con la propria vecchia e fedele bambola, con la stessa tenerezza..."Lo sviluppo dell'anima è come una poesia perfetta: ha un'idea infinita che una volta realizzata rende ogni movimento pieno di significato e di gioia." Tagore"Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare di colore. Mi piace cambiare di misura." Alda Merini"Non ho scritto secondo ragione, Né per fuggire un destino oscuro, Ma per sedurre le stagioni E piacere all’ineffabile azzurro,E per possedere ogni giorno, Senza smarrimento, senza rimorso, E sino al momento della mia morte,Dei diritti infiniti sull’amore..."Anna De Noailles

Suoi ultimi post

1 Commento

  1. Codesto post è realmente interessante, come tutto il il pagina web

    (http://www.wordshelter.it) generalmente. Da assiduo affezionato, complimenti.

    articolo decisamente d'interesse


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito