Guardami e dillo per una volta.
Di quegl'occhi non ci si dimentica
e li tengo cuciti addosso, come quelle frasi
che si dicono di continuo.

Ti dirò che in tutta la mia vita
avrei deciso di rivelarmi a te soltanto
con le stesse parole e le migliaia di domande
che non mi abbandonano mai.

Sono i miei occhi che guardano i tuoi,
vogliono dirti che t'avrei voluto
sempre e comunque; che avrei voluto stringerti,
cantarti come poesia, renderti notte
in cui m'addormento e non mi sveglio.

Siamo due anime diverse?
Oppure la stessa?
La vita che perdiamo
mentre attendo le tue risposte.

Mi allontano, resto.
Ogni cosa che vorrei è qui
ad un passo dalla paura.

Quante volte t'ho dato via.
Non lo vedi ancora che è per questo
se ho sfidato i silenzi e tenuto gli anni
che gridavano, lasciandoci lontani?

Per un bacio solo.
Per averti, per non sapere mai
quanto io possa amarti.
Per bruciare il mondo intero
ed avvolgerti con l'amore
che chiede e la sua sete soddisfa.

Giuseppe Mastroianni
Giuseppe Mastroianni
Giuseppe Mastroianni è nato il 4 Ottobre 1989 ad Avellino. Dopo la maturità, si iscrive alla facoltà di Scienze Politiche all’università degli studi di Napoli “L’Orientale”, conseguendo la laurea. Amante della storia e delle culture antiche e straniere, ha una naturale inclinazione per la letteratura e per le arti. Negli anni scorsi le sue poesie in lingua straniera sono state scelte per la partecipazione a varie antologie edite in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. I suoi primi componimenti scritti ed editi in lingua italiana sono racchiusi nella sua prima silloge: "Sospiri". In seguito rilascia gratuitamente sul suo sito un poemetto "Tenebre". Attualmente è dedito alla composizione di racconti e del suo primo romanzo "Dove non cantano gli angeli".

Suoi ultimi post

1 Commento


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito