È nell'affaccendarsi
che muoiono le foglie.

Nude,
si uniscono al mondo
perdendo
i loro baci dall'alto.

È nello sgorgare salato
del non senso
che divengono tremanti

Loro,
lievi onde verdi
da abbracciare,
sospirano come fantasmi
d'antiche melodie.

Così la forma perfetta dell'amore
diviene un vagabondo,
un usignolo che sbiancheggia
dalle palpebre cupe,
smarrito a se stesso.

Ma i nostri fiumi di luce
sono ancora spazi silenziosi
in cui rifugiarsi
quando le sponde si fanno
troppo inquiete

quando l'aurora bussa
sui nodi ancora odorosi di rosa,
mentre tremano
gli altari delle nostre risposte
e il finto giorno barcolla.

Ma, come le prime stelle,
essi restano muti,
assetati di mani tese
al chiar di luna.

Elena Condemi

Elena Condemi
Elena Condemi
So solo che mi emozionai incontrando per caso un'Olivetti a casa di mia nonna, e non riuscii a lasciarla più. Pareva conoscermi meglio di chiunque altro. E la conservo tutt'ora, proprio come si fa con la propria vecchia e fedele bambola, con la stessa tenerezza..."Lo sviluppo dell'anima è come una poesia perfetta: ha un'idea infinita che una volta realizzata rende ogni movimento pieno di significato e di gioia." Tagore"Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare di colore. Mi piace cambiare di misura." Alda Merini"Non ho scritto secondo ragione, Né per fuggire un destino oscuro, Ma per sedurre le stagioni E piacere all’ineffabile azzurro,E per possedere ogni giorno, Senza smarrimento, senza rimorso, E sino al momento della mia morte,Dei diritti infiniti sull’amore..."Anna De Noailles

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito