Girotondo
è finito il mondo

Mi giro intorno e non arrivo al punto
non so più chi sono
non so più che voglio
non ho più sogni

Rivorrei forse seguire il mio istinto
il mio libero arbitrio
avere un traguardo da raggiungere ad ogni costo

Margherita si è nascosta
se ne sta dietro una porta
le hanno detto di stare zitta e non Sa più parlare
le hanno detto che era pazza e ha perso la voglia di imparare

Si gira intorno
quello non è camminare

È ferma nello stesso posto da troppo tempo e non saprebbe più dove andare
forse una voglia ce l'avrebbe sì
quella di scappare

Ma da dove? Questo posto non ha nemmeno un nome
lei non glielo sa dare

O forse vorrebbe tornare

Tornare

Dove ha creduto di stare bene
Bene
meglio di adesso e nemmeno se ne accorgeva
mon cerca più una mano tra la folla

Sta meglio sola ma si sente circondata
dalle voci discordanti
dai pensieri dissonanti

E tu
tu che la guardavi dove sei?
tu che la vedevi dove guardi adesso
tu che l'ascoltavi
oggi per chi canterai
non lo sai

Forse anche tu hai smesso di farti domande perché tu sì che le avevi già tutte le risposte

Karen Lojelo

Karen Lojelo
Karen Lojelo
Sono nata a Roma il 25 giugno del 1976 dove ho studiato, vissuto e lavorato fino al luglio del 2007, poi ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo: “L’amore che non c’è” poi è stato il tempo di "Binario 8" una raccolta di poesie (che scrivo da sempre). Appena uscito il mio nuovo romanzo 'L'ebbrezza del disincanto' e a breve un'antologia di racconti curata da me Mariella Musitano e Sara Marucci. Nel 2013 è andato in scena il primo spettacolo teatrale scritto da me 'Riflessi' e attualmente sono impegnata nell'ultimazione di un nuovo romanzo. Chi sono io? Bella domanda…: "io sogno cose che non sono mai esistite e dico: «Perché no?». George Bernard Shaw

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito