In questa piccola strada

Poesie Laura Bertolini

 

 

Innanzi ai bocci delle rose che ho piantato

cade in ginocchio il vento di Santa Ana,

a questa casa con un pezzo di giardino,

casa straniera diventata nido.

Una forza germoglia

sabotando cocciniglie

la terra dura strozza le radici,

ma la mia pianta non perisce.

 

Riassetto le foglie e do un ultimo sguardo

mentre con le mie valigie passo.

Saluto la via, il cielo si apre,

volo avanti nel tempo,

mi sveglia l’odore dell’aeroporto.

Un attimo a un vetro riassetto i capelli,

uno sguardo al vestito, poi prendo coraggio

e la porta si schiude.

 

Mia madre, mio padre

tremando mi afferrano.

È un sussulto di cuori,

l’autostrada è già casa,

San Giovanni mi aspetta

con dei mazzi d’iperico,

in questa piccola notte,

in questa piccola strada.

 

Cicale invisibili chiamano il giorno,

sull’ ombroso sentiero dei pini,

violette e ciclamini fanno capolino.

Innanzi alla culla di Madre Tirreno

cado in ginocchio ed è brace di rena

mentre mi sbocciano le vene

e mi trasformo in essenza,

cavalco una fiamma di sole.

 

Chi torna rivede, ma l’aria s’annuvola

di disumanesimo e desolazione.

Sul barroccio delle cianfrusaglie

ciondola un piede morto.

Sono ovunque straniera,

riunisco i miei semi dispersi

e li rimpiatto nelle cerniere.

 

Poi l’ultimo petalo tocca la terra.

Tocca la terra l’ultima rosa.

Mia madre, mio padre tremando,

richiudono l’uscio di casa.

Un aereo che passa nel cielo

è senz’altro il mio volo,

forse si abbracciano,

forse sospirano

 

e mi lasciano andare.

 

(nota: disumanesimo licenza poetica)

Laura Bertolini
Laura Bertolini
(Cerca i miei libri su Amazon: Laura Bertolini "I colori dentro" e "Extreme Fishing")Laura nasce a Cecina il 15 Gennaio 1978.Scrive le prime poesie all'età di 8 anni, sorprendendo gli adulti per la sua precoce vocazione letteraria e per la straordinaria facoltà di percepire il colore di tutto ciò che la circonda. -Mi sono autodefinita un'attivista poetica perché denuncio quello che vedo, che sento e che penso, proprio attraverso il canale della poesia, con la quale mi impegno. Ascolto, racconto le vicende umane, anche le mie.- - L'elemento della Natura, nelle sue colorate manifestazioni, con i suoi odori, si mescola all'umano in quanto essenza primordiale, forza generatrice e rigeneratrice. Si presenta spesso nei miei versi perché le mie radici affondano completamente negli elementi naturali. Io sono figlia del mare, della valle, della montagna. Da bambina ascoltavo la voce degli alberi e del vento. Questa è la mia essenza.- -Sono un'artigiana della poesia, nel senso che quello è tutto ciò che so fare, mi piace seguire tutto il processo creativo, fino alla pubblicazione. Mi piace autoprodurmi!- -La forza motrice sono le persone che vengono a sentirmi quando leggo ad alta voce, che mi comprano i libri, che mi scrivono le proprie emozioni--In America mi sento un po' come in esilio, ma la poesia è la mia anima e non mi lascia mai sola.- -Da grande ho sempre voluto fare la poeta, quindi continuo a sperare di diventare grande- LB.

Suoi ultimi post

1 Commento

  1. Mi sorprendi ogni volta Laura. I tuoi versi si affinano sempre più mi entrano dentro sempre più comprensibili.
    Alla fine si rimane senza fiato. Baci.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.