L’ago e l’inchiostro perforavano a poco a poco la sua pelle. Il tatuaggio avrebbe preso forma, mentre lui sarebbe stato costretto a subire il dolore, incollato su quel lettino.  Il dolore fisico e quello mentale, per quello che quel disegno stava a significare.

Ma quella volta non provava a pensare ad altro. Si concentrò sul dolore, su quello scarabocchio ancora privo di forma e sostanza...e cercò di capire...

Non so ancora quello che è successo.  Non lo saprò mai

E la convinzione di non poter trovare mai le risposte a tutte queste domande è l’unica  certezza che mi sprona ad andare avanti.

Comunque.

Cercando di cancellare il ricordo. Cercando di spazzare via quei punti interrogativi che corrodono la mente e l’anima. Cercando di metabolizzare il dolore e la paura per questo incerto presente e l’incognito futuro. Cercando di ripulirmi le spalle dalla povere di macerie per questo altro mondo che mi è crollato addosso.

Ancora una volta.

Per fare la storia i “se” ed i “ma” non servono, ma questo non vuol dire che si possano cancellare facilmente. Non per il momento, almeno.

Troppo presto. Troppo fresca questa ferita. Troppo vivida l’immagine di quel sogno meraviglioso dal quale mi sono dovuto mio malgrado risvegliare. Troppo poco tempo per poter accettare la realtà delle cose.

Anche se so che è la soluzione migliore.  Anche se so che Dio, o il destino per lui, intervengono quando non si è capaci di prendere una decisione e si rischia di fare  irreparabili sbagli.

Anche se sono convinto che quel sogno sarebbe rimasto sempre e solo tale.

Perché forse quel sogno era solo il mio  Perché ero stanco di bussare alla tua porta chiusa a chiave. Perché non avrei mai potuto sconfiggere i demoni del tuo passato, invadenti, presenti tra di noi. Perché tu hai deciso di non aprire le porte all’amore neanche questa volta...

L’Amore può tutto, l’Amore vince sempre. E se Ami veramente non vivrai mai di rimpianti.

Dicono. E forse è vero.

Non ci sono rimpianti, non ci sono i rimorsi per non aver provato a fare di tutto per realizzare quel sogno. Ma a sognare bisogna essere  in due...

Però ci sono i ricordi, troppo vicini, per potermi liberare veramente dal peso di questa storia

Eppure sono sereno.

Abbandonerò il recente passato. Eluderò tutti i posti che ci hanno visto insieme. Dimenticherò le parole e le canzoni che ci hanno fatto compagnia. Cancellerò ogni traccia dalla mia macchina, dal mio appartmaneto. Ogni frammento, ogni regalo, ogni odore.

Non guarderò più le foto di una vacanza estiva in cui mi credevo felice come non mai. Vicino a te.

Il passato passa veloce e non ha pu alcuna importanza, mi ripeto.

Ma questa volta è diversa dalle altre storie che mi sono lasciato alle spalle... un tatuaggio che assume un significato del tutto diverso.

Perchè non posso  scordare qualcosa che ho amato senza neanche conoscerla. Perche non posso fare finta di niente se ripenso alle lacrime calde a riempirmi gli occhi di fronte quell’immagine in bianco e nero.

Amore. Amore vero ed un cuoricino piccolo piccolo che batteva veloce....mentre tu mi pugnalavi al cuore con la tua indifferenza, con quella maschera arrogante che non hai saputo toglierti neache difronte a questo miracolo d’amore. Neanche chi viveva in te  è riuscito a farti aprire le porte del cuore...stupido io a pensare di farlo...

Ed in quel momento il mio sogno è svanito, il mio mondo crollato, mentre  ti sbattevo fuori dalla mia vita. O almeno cercavo di farlo, mio malgrado impossibilitato quando qualcosa ci teneva comunque legati. Qualcosa che non avrebbe dovuto pagare per i nostri errori.

Qualcosa che Dio ha deciso di toglierci per dividerci per sempre...

La soluzione migliore, ne sono convinto.

Anche se adesso, perso tra mille pensieri e le toppe emozioni, non riesco ancora a capire, non riesco ancora a trovare le risposte....

 

Il tatuatore disse che aveva finito.

Un sospiro di sollievo; guardò quel disegno, quella data: 08-08-2011 ed un cuore sopra un cuore, il suo. Per sempre. Indelebile.

Ancora bruciava. Avrebbe fatto male solo a guardarla. Per un po’.

Ma sapeva che quel giorno avrebbe significato  l’inizio della sua nuova vita...anche se aveva significato la fine di chi aveva amato senza  neanche conoscerlo....

Manuel Chiacchiararelli
Manuel Chiacchiararelli

Nato a Roma, nel lontano 1975. Da allora sempre in movimento, prima in Italia, poi in Europa.
Fermarsi e ripartire, rimettersi in gioco, fare esperienze sempre e comunque
E la scrittura, unico punto fermo nella mia vita burrascosa, mi aiuta a catturare i ricordi…
A fine 2011 finalmente ho coronato il mio sogno ed ho pubblicato il mio primo romanzo “Lo Sguardo dei Faggi” edito da Aracne Editrice .

Suoi ultimi post

10 Commenti

  1. Dare un senso a ciò che ci succede permette di dare un ordine agli avvenimenti della nostra vita: perchè se crediamo che tutto accada per caso allora ci domandiamo: "perchè proprio a me?". Ma se invece ogni cosa accade per un motivo allora questo può anche dare un significato alla nostra vita; una sorta di prova che ci viene chiesto di superare, per crescere, per capire dentro di noi, per diventare più forti.

    • Bravo Stefano, hai colto il senso del racconto
      Penso che tutto succede per un motivo, anche se quel motivo è ancora assai lontano dall'essere chiaro
      Quella scritta, quella data, adesso fanno male proprio perche impossibile capire o accettare quello che è successo...e il perchè. Ma c'è la sicurezza che un domani tutto sarà chiaro 😉

  2. Come mi sta accadendo spesso in questo periodo, dico che è inutile farsi domande alle quali nessuno può dare risposta...se non noi stessi! Ci vuole...vorrà tempo, ma prima o poi sarà tutto chiaro e capiremo il "perchè" della cosa e il "perchè" del momento!

  3. Infatti..sapere che anche le risposte che proviamo a darci non saranno mai libere da qualsiasi dubbio `, è in un certo senso una certeza, una sicurezza che deve allievare il dolore...semplicemente farsene una ragione, mentre il dottor tempo trova la giusta cura ... 😉


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito