Sai cosa ha detto la mia anima senza dire una parola?
Lasciala andare, liberala e tu scendi dal letto
e non mettere le ciabatte, cammina a piedi nudi e sentirai
il freddo giungere fino all'essenza delle cose.

Passeggia tra gli intonaci, la malta e la calce viva del tuo passato,
sono dolori ancora freschi senza il cartello che indichi
lavori in corso, asimmetrie ventricolari del proprio io che
creano infarti a rotta di collo, con l'unica soluzione
di sedersi affranti sulla poltrona del salotto.

È notte fonda.

Qual è l'origine di tutto questo, da dove viene quel dolciastro e
appiccicoso pensiero che domattina la vedrai alzarsi col suo solito
sorriso ignara dell'operazione a cuore aperto che stai subendo in questo
momento? Abbracci il tuo Lagavullin invecchiato sedici anni ma vorresti averne
anche solo venti, con le mani che grondano vita e senza cicatrici da
sfogliare come un album dei ricordi.

Il posacenere è pieno e scostare i mozziconi spenti non serve a niente,
ti hanno dato piacere ma si sono portati via una parte della tua vita,
incancellabili macchie di catrame sul tuo cammino.

Adesso te ne torni a letto, mio caro, è inutile che continui a commiserarti,
domani è un altro giorno e lei finalmente non ci sarà più.
Affogare i dispiaceri nell'alcol non ti servirà a niente, ricordati che sanno nuotare.
E tu stai ancora dormendo.

poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

1 Commento

  1. "incan­cel­la­bili mac­chie di catrame sul tuo cammino."
    e non solo a causa delle sigarette!!!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito