LACRIMA

Fluida, salina, calda e cristallina.
Inonda il bosco dei miei occhi velandoli come fosse nebbia.
Poi, lenta,  scivola sul morbido velluto rosa delle mie guance, rigandole.
Dolcemente prosegue il suo corso fino  a sfiorarmi il cuore...
Oppure finisce per inciampare sul rosso delle mie labbra,
come rugiada su petali di rosa...
Allora la rosa si schiude e, a ricordarmi la realtà,
la mia lingua assapora il gusto acre del dolore
che racchiude la mia lacrima.

Michela
Michela
Non potrei essere altro che quella che sono: un cavallo libero in una prateria che non vuole essere domato; una fatina buona che appare quando serve e senza rumore se ne va; una leonessa che protegge i suoi cuccioli e li aiuta a vivere; il caos senza controllo,la mamma, l’amica, l’amante, la moglie che ama nel profondo. Ecco, sono passione, dedizione e propensione. Una sognatrice con i piedi per terra, la quiete e la tempesta, il dramma e la commedia (beh, forse più la commedia!), il tutto e il niente. Sono una come tante… sono io.

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. Carine le lacrime che scendono fino al cuore....ne fanno di strada eh...

    Sono più buone da bere...così tornano su e piangi un altra volta, che non si piange mai abbastanza...

    Benvenuta "una come tante...sono io"

  2. Lacrime d'acqua e sale, lacrime di fuoco, lacrime da bere per lavarsi il viso e la coscienza. Non si piange mai abbastanza davvero, e spesso si piange guardando indietro.
    Hai presente il Sommo?
    "...e ‘l pianto de li occhi
    le natiche bagnava per lo fesso”.
    Così è, se ci pare. Caio.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito