l'amore ci separerà ancora

httpv://www.youtube.com/watch?v=RPcSIN77yqU

Come mi accade sempre, ho cominciato ad amarlo tardi... troppo tardi. Non ricordo  bene come ho sentito la prima volta la sua voce. Fine anni '80...lacerata con addosso la pesantezza di una Torino ostile, mi aggiravo in cerca di una luce, un bagliore che mi risollevasse, tra i corridoi di Palazzo Nuovo e il sapore underground degli "studi" di radio Torino popolare...

“fughe artistiche verso l’infinito
non sono così come vorrei essere

sì, riflessi nello specchio azzurro del cielo
sembrano gli sforzi
di una mente debole

dammi per favoreuna mano
a ripercorrere le trame
l’insignificanza sta per sopraffarmi”

scrissi un giorno, seduta sull’autobus, immersa nei miei pensieri.....

forse fu una trasmissione del compianto Giorgio Borri a farmi conoscere la voce, il grido d'aiuto, di Ian Curtis..."Here are the young men a weight on their shoulder"...lui era già morto suicida, a me restava la curiosità bulimica di ascoltare... conoscere..capire e una maglietta nera con la copertina di Unknown pleasures

httpv://www.youtube.com/watch?v=6DHCdq5-Kd8

Noria Nalli
Noria Nalli
Sono una giornalista free lance e amo raccontare storie...... Dopo una lunga esperienza di ricovero, ho iniziato a scrivere brevi ritratti di corsia per La Stampa di Torino,

Suoi ultimi post

6 Commenti

  1. beh l'hai evocato praticamente.
    (bellissimo cio' che scrivesti e il contesto nel quale lo scrivesti...)

  2. grazie! era un periodo molto creativo della mia vita.........

  3. Love tear us apart..
    Un vinile dei Joy Division consumato, consumato come le fumose serate al Big e al Texudo e la breve vita di Ian Curtis.
    Hei..ma lo sai che all'inizio degli anni 80 collaboravo con Radio Popolare nella mitica sede di Via Barbaroux !
    Curavo la parte artistica con servizi su esposizioni d'arte , di fotografia ecc.
    Pensa che in redazione con Pino Purificato capo redattore allora c'era Milena Boccadoro, ora giornalista del TG3 e Gianni Armand Pilon ora giornalista della Stampa !
    E la sera Alberto Campo, Renato Striglia e Martin Mixo..
    Mitici !
    Sul mio sito di facebook alla voce video ci sono alcune gracchianti registrazioni dei miei tre minuti di gloria di quei tempi..
    on air..
    ;-))

  4. Pino Riconosciuto? colui che mi ha insegnato quanto possa essere misogina e mobbistica la realtà di certa sinistra....preferisco pensare al
    :grande Corrado Lazzarini :)) Il mio caporedattore preferito ! In via Barbaroux sono arrivata tardi, quasi alla vigilia del trasloco in corso Lecce... ma i ricordi che mi sono rimasti sono intensi...come poter scordare la morte per overdose, nel bagno della radio, di Andrea Bragagnolo...grande umanità e bellissima voce....

    .in redazione sono passati tanti che poi hanno "sfondato" non solo nel giornalismo, come Luciano Curreri, ora docente di letteratura italiana all'università di Liegi... nel campo dell'informazione però avrei sperato nella nascita, dalle ceneri di radio popolare, di una realtà davvero nuova, libera, aperta...non è successo 🙁 e a Torino rimangono sempre i soliti grandi giornali...........ma forse ora il gusto pionieristico e innovativo delle radio di quelle realtà radiofoniche si trova solo sul web...................


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito