Mi conosci? Ti conosco?
Tanto. Poco. Forse. Per niente.
Dimmi che ti manco e che vorresti trovarmi in una manciata di attimi.
Di chi mi fido? Spalanco gli occhi,
la sveglia delle marcate illusioni è suonata e piovono attimi di freddo.
Le discariche dei sogni si stanno riempendo,
ci vomito sopra il sentire ed il volere ancora
(resumagli dell’anno accademico della scuola della vita).
Ti guardo. Mi guardi.
(Pubblicità) – (Spot dell’anno) –
Pubblicità progresso sulla corrosione dei materiali plastici.
Si scioglie il nodo che ho alla gola
e dall’iride del mio occhio prende parola la pupilla.
Sinistra o destra? È uguale. Dove c’è minor confusione.
Non cambia niente.
Sinistra, allora scelgo a sinistra…sempre.
Cogli la frazione, il millesimo di secondo.
Capto casualmente, come casualmente mi perdo e mi ritrovo nei vortici della vita.
Andata e ritorno. Finito. Viaggio finito.
Ricomincio? Riposo. Assoluto riposo.
Cambia pagina. Cambia nome. Cambia maschera.
Ma te stai capendo di chi parlo?
Ecco il futuro di Leonard. Ormai è già passato.
Sento un senso inspiegabile ed intoccabile, mi volto e ti ritrovo lì,
nel tuo vestito migliore e mi sorprendo di continuare a sentire.
Lancio i chicchi di grano, mi germogliano in bocca,
ho l’oro sui capelli, tra le mani ed intorno al collo.

Selene Porcaro
Selene Porcaro
Era l'11 agosto del 1979 quando mia madre dopo dieci giorni di "travaglio" riuscì a mettermi al mondo all'ombra della Torre Pendente nella città di Pisa. Provengo da una famiglia con origini campane,molto numerosa e chiassosa ma che non cambierei mai con nessun'altra al mondo. Dopo le scuole medie nella cittadina in cui vivo ho frequentato il Liceo Classico a Pisa per tre anni per poi abbandonare tutto e mettermi alla ricerca di una me stessa che forse non avevo mai perso. Dopo vari lavori ho deciso di frequentare il corso per Operatore Socio Sanitario dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana e dopo la qualifica,presa nel dicembre 2010 lavoro da circa un anno con gli anziani. Ho iniziato a scrivere a otto anni,una sera guardando fuori dalla finestra della mia camera,molte cose sono cambiate nel paesaggio circostante ma la mia passione per la scrittura mai. Non potrei vivere senza scrivere,senza fare fotografie,senza ascoltare musica e senza leggere:questi sono i pilastri fondamentali della mia esistenza. Credo nella giustizia e nella lealtà,dico sempre quello che penso e lotto per le cose in cui credo. Amo la mia famiglia ed i miei amici ma soprattutto i miei numerosi nipoti. Ringrazio Dio o chi per Lui per avermi concesso questo meraviglioso dono che è la Vita.

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. Non ho capito molto ma mi piace....forse proprio per la confusione, che comunque in se ha del fascino e spiegazione...

    complimenti

    • secondo me ti sei superata in questo pezzo... io adoro questo stile brava Selene!

  2. non è voluto il non far capire? Bello anche per quel qualcosa che fugge alla razionalità del capire


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito