La spada di Mara

Racconti Elena Condemi

Piove…trovo sempre tenero e commovente l’odore della terra bagnata.

Non sappiamo imparare dalle stagioni.

Oggi Mara mi sta accanto, curiosa di viversi i nuovi passi…
Conscia della sua attesa, ne ascolto la presenza lieve.

Mara : “Che pensi?”

Io: “Alle lame...
Le colonne della bilancia sono formate da
mezzelune a forma di mammelle.

Vibrazioni…causa ed effetto.

Il nostro corpo è fatto in gran parte d’acqua…L’acqua parla, Mara. Canta.
Emettiamo continuamente vibrazioni. Che continuamente trasformano il mondo.
Ma non devi permettere mai alla tua mente di cristallizzare qualcosa.
O se lo fai devi assumertene la responsabilità.

Il matto ha un tesoro di sciocchezze. E’ lui il vero matto, zero insipido.

E soltanto un fiore può salvarlo.
Un fiore che non smette di nutrirsi.
Che ha il coraggio di restare vivo. Capisci, Mara?”

Sì. Non è abituata ma so che le arriva dentro.

“Sono state sempre quelle come noi a dare fastidio…
quelle che si cercano, senza temere di sbucciarsi le gambe.
Quelle che si trovano, ed indossano le calze a rete per giocare con se stesse, semmai.

Quando l’azzurro spirituale diviene il rosso dell'azione tutto cambia.
Crede d’esser sovrano delle sbarre che costruisce…
Lo scettro della ragione è simile alla clava…perché è ancora una clava.
Ma è la sfera, l’anima del mondo, quella che crea i miracoli.
Il grande architetto nella sua arroganza ha dimenticato Madre natura.

Proteggiti col mantello e percorri la tua strada, Mara.
Troppi l’hanno smarrita. Sono rimasti lontani dalla vera essenza delle cose.
Cercando la luce avanza. Non temere di perdere le nubi oscure della tua mente.
Un frutto dal sapore acerbo diviene dolce.
Il microcosmo è simile al piombo che diventa oro.
Puoi trasformare il veleno in medicina.
Quando l’ultima sentinella dell’anima verrà squarciata,
la torre crollerà e potrai ritrovarti nella luce sapiente della Luna.”

Elena Condemi

httpv://www.youtube.com/watch?v=5wnqmpNeJXA&feature=share

"Tu vivi allora, tu vivi,
il sogno ch'esisti è vero.

Da quanto t'ho cercata.

Ti stringo per dirti che i sogni
son belli come il tuo volto,
lontani come i tuoi occhi.

E il bacio che cerco è l'anima."

Alfonso Gatto

Elena Condemi
Elena Condemi
So solo che mi emozionai incontrando per caso un'Olivetti a casa di mia nonna, e non riuscii a lasciarla più. Pareva conoscermi meglio di chiunque altro. E la conservo tutt'ora, proprio come si fa con la propria vecchia e fedele bambola, con la stessa tenerezza..."Lo sviluppo dell'anima è come una poesia perfetta: ha un'idea infinita che una volta realizzata rende ogni movimento pieno di significato e di gioia." Tagore"Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare di colore. Mi piace cambiare di misura." Alda Merini"Non ho scritto secondo ragione, Né per fuggire un destino oscuro, Ma per sedurre le stagioni E piacere all’ineffabile azzurro,E per possedere ogni giorno, Senza smarrimento, senza rimorso, E sino al momento della mia morte,Dei diritti infiniti sull’amore..."Anna De Noailles

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. mi piace questa doppia dimensione di Mara... la sua realtà e il suo sogno. E più vado avanti nel leggerla e più mi piace

    • Grazie Mariella:)

  2. Piove…trovo sem­pre tenero e com­mo­vente l’odore della terra bagnata.

    Non sap­piamo impa­rare dalle stagioni.

    bellissimo questo passaggio!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito