Lucilla e le parole a caso.

La casa delle parole Lucie M

Lucilla camomilla
vene lilla
ginocchia sbucciate
pellicine sulle dita.
La panchine lacrimogene
che piangono solitudine
dai bordi dei loro occhi.
Scarpe che ballano da sole
sull’asfalto delle sette del mattino.
Gatti e cuori.
Vene blu a forma di cuore sul polso.
Ciao gattino.
Quanto sei bello
con il cemento negli occhi
e sul cuore.
Giochiamo a nascondino,nascondendoci
dietro ad un dito.
Pastelli a cera e rossetti rossi
sui muri dei bagni e sugli specchi.

Lucie M
Lucie M
Scrivo sui muri sporchi,sulle scarpe e sui frigoriferi spenti.Mi piacciono le occhiaie,la pelle bianca come il latte e le fotografie scattate male.Le mie ossa hanno sedici anni,il mio cuore ne ha il triplo se non di più.

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. sembra assurdo che io ogni volta ti dico che ti adoro ma è così...non lo so perchè ma resto senza parole...e poi hai scelto un'immagine che mi piace davvero tanto

  2. Poi me la spieghi...

  3. Lucie riesci a prendermi con i tuoi racconti sempre... quando si ha la scrittura che pulsa nelle vene e straborda dal tuo cuore.

  4. poi te la spiego (se riesco).
    l'ho scritta durante grammatica su un foglio a quadretti quando non avevo nulla da fare se non pensare ai fatti miei.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito