Luce incantata che sovrasti la notte,
confidente discreta degli amanti insonni,
muta consigliera dei disperati.

Misteriosa testimone dei seguaci delle tenebre,
spettatrice attenta degli eventi notturni,
riesci tu Luna, a sentire anche me?

A vedermi qui,  in un angolo nascosto dal mondo?
A consolare quest’anima in pena
distrutta dal dolore, logora dalla rabbia,
stremata dal dovere, soffocata dall’ansia
e pugnalata dai sogni? Dimmi puoi?

Puoi farmi rinascere come se mai fossi esistita?
Puoi farmi crescere correndo libera in prato?
Puoi farmi amare intensamente,
tra le mura di un castello,
un prode cavaliere in eterno?

Puoi fermare il tempo e riavvolgere
la pellicola del film della mia vita?
Puoi darmi almeno la possibilità
di cambiarne le scene o doppiarne le battute?

Beh, quando potrai, oh dolce Luna,
forse quando bacerai il tuo amato Sole,
allora… manda una stella a farti da ambasciatrice
e dille, sfiorandomi, di destarmi da quest’incubo.

Michela
Michela
Non potrei essere altro che quella che sono: un cavallo libero in una prateria che non vuole essere domato; una fatina buona che appare quando serve e senza rumore se ne va; una leonessa che protegge i suoi cuccioli e li aiuta a vivere; il caos senza controllo,la mamma, l’amica, l’amante, la moglie che ama nel profondo. Ecco, sono passione, dedizione e propensione. Una sognatrice con i piedi per terra, la quiete e la tempesta, il dramma e la commedia (beh, forse più la commedia!), il tutto e il niente. Sono una come tante… sono io.

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito