Maria era vergine o eravamo di fronte ad una procreazione assistita

Maria era vergine. Ci hanno basato un’intera religione anzi, più di una, considerando che il cristianesimo oggi comprende più culti e più Chiese.

Dopo la Madonna vergine che concepisce senza peccato, arriva il Cristo che risorge dalla croce.

Mi fermo qui, in questa giornata di metà giugno, a riflettere alle tante cavolate su cui hanno basato 2000 e passa anni di storia; anzi, fatemelo dire che ce l'ho qui che mi strozza in gola, stronzate è il termine più appropriato.

Maria era vergine perché Loro, gli ideaotori della religione, hanno pensato che era il modo migliore per sottomettere la donna al volere degli uomini. Così da circa duemila anni, fare sesso è peccato. E questo già lo sapevo, me lo avevano inculcato bene durante gli anni di catechismo. Si può fare (il sesso) solo per amore e solo se si intende concepire. Ma lei, la madonna,  non ha concepito seguendo questa regola base che tutti gli esseri umani (ma anche tutti gli animali) devono seguire. A lei è apparso l’Arcangelo Gabriele a darle la lieta notizia e a instillare il seme che ha poi dato vita al Cristo. Ora mi sorge un dubbio: ma non è che eravamo in presenza di una procreazione assistita e non lo sapevamo? E se così fosse, perché la Chiesa ce l’ha tanto con la scienza che permette di avere figli anche là dove pare che Dio non voglia?

Mi viene più facile credere che il Dio di cui parla la chiesa abbia fatto ricorso ad una procreazione assistita con Maria che non ad un Arcangelo che le appare dandole la lieta novella a cui milioni di fedeli hanno creduto e credono da secoli.

Sesso è peccato.

Apro la televisione e a tutte le ore trovo ragazzine e donnine mezze nude, con ogni ben di dio alla mercé di chi le guarda. I miti dei giovani d’oggi (Belene e Corona) anni fa sono andati su tutte le copertine di gossip per le loro “scopate” a ciel sereno in omaggio a fotografi che non aspettavano altro (magari era pure preparata). Oggi si vende solo gossip e non informazione e le brutte figure come mi disse qualcuno qualche tempo fa, non esistono più.

Capi del Governo si vantano di non essere santi e di cedere alle moine di escort pagate da altri. Capi della protezione civile si ritrovano a disposizione centri sportivi aperti solo per loro (a carico dei contribuenti) dove poter usufruire di massaggi ad hoc e non solo.

Loro possono evidentemente, sono sopra le parti, più vicini alle alte sfere celesti, unti dal signore evidentemente.

Noi non possiamo o meglio possiamo ma siamo peccatori.

E questa è solo una considerazione che arriva in un pomeriggio torrido dopo mesi di pioggia incessante. Arriva dopo aver capito che l’essere umano è nato per essere preso per il culo e anzi, come direbbe Luttazzi, riesce anche a provarne piacere. Non può farne a meno: che sia la religione, la politica poco importa.

Siamo assoggettati a poche persone che fanno leggi a cui loro non vengono sottoposti.

Ripenso alle indulgenze dei secoli passati dove bastava pagare per andare in paradiso, guardo il presente e scopro che non è cambiato nulla: io che non sono sposata sono agli occhi del loro dio una peccatrice mentre il capo del Governo può prendere l’eucarestia nonostante i suoi divorzi e i suoi passatempi lussuriosi.

E non tiro fuori il discorso sulla pedofilia.

Ora a me di prendere l’eucarestia me ne importa ben poco, io al Dio della chiesa non credo. Sono convinta che se ci fosse il dio che tanto decantano allora fulmini e saette sul Vaticano sarebbero caduti a go go nel corso degli ultimi 1500 anni cioè da quando si sono messi a tavolino per istituire una religione ad hoc per il popolo.

E a dirla tutta sono pure convinta che il Cristo era una persona che avrei stimato e ammirato e che la Madonna sapeva godersela. Ma questa è un’altra storia.

Mariella Musitano
Mariella Musitano
io sto alla scrittura come il giocoliere sta alle clavette.

Suoi ultimi post

23 Commenti

  1. Amica che rifletti a fa co' sto caldo torrido...ahahha...scherzo ovviamente 🙂 Si sa che l'uomo ama farsi... prendere per il naso, diciamo così e che la Verità è una sola... AMARE e basta!

  2. quello che mi chiedo pure io... solo che negli ultimi tempi questa realtà non solo mi va stretta ma mi fa grattare come l'orticaria... ma le persone che fanno dormono? Possibile che non riescano ad aprire gli occhi?

  3. ah ah ah si...che bella l'immagine di Maria che vive con gioia e leggerezza la sua sessualità 🙂

      • alla mia veneranda età io sono solo all'inizio della strada..... magari a 60 anni .....

  4. Scherzando con una mia amica dicevamo che il mondo sarà dominato dai tortelli...
    Ci sono tortelli base e tortelli capo. Chi non è abbastanza tortello vien controselezionato. Chi capisce bene il meccanismo e sa sfruttarlo diviene re tortello.
    Noi siamo gli strani, intendo noi che ci poniamo il problema, gli esclusi da questo gioco.
    Putroppo il gioco è più grande di noi. Per essere un tortello perfetto ci vuole poco. Basta non pensare e il paradosso è che ci convincono anche a pagare per non pensare... ok. Sto per partire per la tangente quindi mi fermo che sono un graforroico.
    Però poi pubblico una cosa che avevo scritto qualche tempo fa di molto attinente a questo discorso.

    Se Gesù fosse nato oggi sarebbe un cantante rock eh eh ...e chissà che non ci fondino una religione?

    • esclusi dai tortelli... fuori dal coro e non omologati. Già il bello è che ci convincono pure a pagare per non pensare... cosa triste e reale.
      Gesù cantante rock.... potrei trovarmi anche sotto il palco a cantare e ballare....

  5. Tema spinoso(!), cara Mariella... eh eh eh (^!^)
    Io confesso di non aver mai letto la Bibbia per intero: quando si è giovani (leggasi battezzati e cresimati in una sorta di stato di incoscenza spirituale che, per giunta, il tempo a venire non sempre dissipa) non si hanno le idee chiare. Il solo fatto di esser battezzati e non andare a messa tutte le domeniche equivale ad incorrere in peccato mortale: questo è esattamente quanto prevede il dogma. Conseguenza: sono un peccatore conclamato ormai da anni e anni!! (X_@) Ma, come in tutte le cose (ed artefatti umani e non), esiste un risvolto "buono" ed uno "cattivo": della religione cristiana: io salvo i dieci comandamenti, nonchè precetti per una vita civile e morale dignitosa/rispettosa delle esistenze altre; ripudio invece quanto scritto nella genesi in merito agli animali, alla loro presunta mancanza di un'anima, etc etc.
    Le contraddizioni, sia nella religione cristiana che nel clero a volte sono macroscopiche e disarmanti: preti e vescovi che benedicono animali da fattoria nelle piazze dei paesi... così come i cacciatori o i cappellani militari il cui ruolo è già di per sè "sintomatico"! (O o) Altro che personalità multiple!!

    La verginità della madonna spesso viene intesa come purezza/innocenza spirituale e molti altri passi dei libri sacri oggi vengono reinterpretati(!?) alla luce di un pubblico meno grezzo di un tempo. Il gioco delle tre carte, in pratica 😉

    Onde evitare di annoiare ulteriormente i lettori, concludo con una breve citazione di Twain (leggetelo su wikiquote, se vi capita: in tema di freddure sulla religione cristiana è fenomenale!:))):
    "Il Dio di questa gente ha mostrato loro con milioni di azioni di non rispettare alcuno dei comandamenti della Bibbia. Egli li viola uno per uno, adulterio e tutto il resto."

    Ciao Mariella, un abbraccio... umano (^!^)

    • Sì caro Fab, tema davvero spinoso. Eppure mi è assai caro perché sono certa che risale da quelle prime bugie il malessere di oggi.
      La chiesa negli ultimi 1500 anni ha fatto scempi nel nome di dio.
      Oggi continua a puntare il dito su omosessuali e coppie di fatto. Nel medioevo si ricorreva direttamente all'inquisizione e uscire fuori dalle righe equivaleva a mettersi contro uno drgli stati più potenti del mondo (al di là della sua grandezza fisica).
      Senza dimenticarci le crociate.
      Il cristo pare si sia immolato sulla croce per salvarci dal peccato.
      Quanti ne servirebbero al giorno d'oggi per salvarci dal peccato di 2000 anni di potere assoluto che ha governato sulle nostre menti oltre che sui nostri cuori?
      Grande la tua citazione direi la sintesi di questi secoli di storia.

  6. ps: doppio peccatore! Ohibò, ho scritto "incoscenza" senza la "i"... (>_<) Ok, attendo che mi colpisca la saetta n.214783... :)))

      • ... in realtà pensavo più al... lancio del calamaio :)))

  7. A Karl Marx si attribuisce la frase "La religione è l'oppio dei popoli"
    Condivido in pieno la citazione.. nonostante la mia posizione di antimarxista convinto..
    ma esistono ancora i marxisti al giorno d'oggi ?
    Forse Gesù preferirebbe essere marxista che di un qualunque partito pseudocattolico del nostro Parlamento..
    Sicuramente ha sofferto di più per i 2000 anni di Potere Ecclesiastico che per i chiodi sulla croce..

    • Jan pienamente daccordo. Il cristo la chiesa lo ha crocefisso più volte nel corso della storia.

  8. che bello questo argomento e questa discussione !!! io in adolescenza, quasi ogni pomeriigo, leggevo brani del Vangelo, lo trovavo rivoluzionario ed entusiasmante... adoravo il Discorso della montagna.. beati gli utlimi etc...etc...Io, da bimba, sono andata a scuola dalle suore, ma i miei non sono mai stati bacchettoni....già da bimba sentivo l'ingiustizia e lo stridore di molti loro comportamenti, ma io credo nella trascendenza e ritengo di avere una profonda spiritualità. Provo amore per chi mi circonda, la natura, gli animali.... credere è un mistero, che non c'entra nulla con stupidi dogmi !!!

    • I miei genitori mi iscrissero negli anni di materna e di elementari dalle suore. Non erano cattolici praticanti (figuriamoci erano entrambi divorziati!), eppure mia madre nonostante tutto un po' bacchettona lo era.
      A livello di istruzione devo molto a quegli anni. Ciò che ne ha risentito è stata la mia sfera spirituale.
      A 10 anni mi immaginavo suora e i miei idoli erano i Santi.
      Mi piaceva leggere il Vangelo secondo Giovanni e andare a messa non era un obbligo.

      Poi è arrivata l'adolescenza, e le prime domande. La chiesa era un ricordo lontano e cominciarono a formarsi in me le prime idee nate dalle ceneri delle precedenti.
      Concordo con te Noria, provo amore per tutto ciò che mi circonda, la natura tutta e la mia spiritualità va ben oltre i dogmi della chiesa.

  9. Io ho una teoria un pò più drastica sul cristianesimo e sulle religioni dominanti oggi...
    Nella vita "A" sono un ricercatore, un biologo e appassionato di evoluzionismo e mi viene quindi spontaneo trasportarne i principi anche all'uomo. Ciò che siamo non corrisponde a nessun fine ma è solo un risultato. Ciò che è non è il meglio ma solo il risultato dell'intrecciarsi di caso e necessità... vengo al punto. il cristianesimo è la religione più diffusa semplicemente perchè si è prestata bene ad accompagnare la civiltà occidentale nella sua ascesa di dominio e man mano è stata perfezionata in questo fino a far rimanere ben poco di spirituale. Cosa di meglio che una religione che predica la ricompensa in un'altra vita e non in questa che insegni l'umiltà, l'altruismo, l'accettazione, il porgere l'altra guancia per sposarsi con una cultura oligarchica in cui pochi dominano comprando il silenzio e l'assuefazione dei deboli? ...Lavorando per assopire le coscienze, per distrarle, per rendere tutti dimentichi di cosa significhi essere libero?

  10. Non voglio dire con questo che i principi cristiani siano in se sbagliati, ma non facciamoci prendere in giro da quanto in realtà siano stati distorti dalla storia. La storia la scrive chi vince e ciò che si ricorda non è il meglio o il vero, ma ciò che è più opportuno si ricordi.
    Quindi caso e necessità... perchè i tibetani non hanno mai avuto in testa di preoccuparsi di conquistare il mondo e quindi non avremmo mai potuto essere tutti buddisti, religione troppo egocentrica... perchè gli induisti hanno troppi dei e quindi insitamente questo porta alla divisione... etc... etc... solo esempi. La religione ideale per un popolo di conquistatori deve essere monoteistica, prevedere un paradiso ed un inferno ed avere anche in se una struttura gerarchica più dogmi tali da poter vincolare la vita, pena l'esclusione dalla felicità vera che non è terrena... Cristianesimo... islamismo... necessità e caso... Questo è solo uno schema ovviamente 🙂 ...però mi quadra.

  11. Ci sono tante vie per raggiungere la felicità. nessuna religione è migliore delle altre, anzi... bisognerebbe conoscere tante vie per trovare la propria. Ma l'uomo è un magnifico ingannatore, tanto da riuscirci spesso persino con se stesso, e quindi le semplici vie le inquina, le devia, le adatta, le artificizza, in modo tale che siano necessari traduttori, intermediari... fin quando si dimentica il contatto vero con le cose e rimangono così solo le regole, gli artifici, Il condizionamento, la prigionia.
    ok... mi fermo. Stavolta però per la tangente mi sa che sono un pò partito.

    • infatti io parlavo di trascendenza e di mistero... non di superiorità di una religione sull'altra... trascendenza, mistero e spiritualità.... per me sono importanti, ma non pretendo che debbano esserlo per gli altri....

    • No no, non sei partito per la tangente. Mi piace ascoltarti (o meglio, leggerti). Le religioni sono servite per tenere sotto controllo le masse. Il potere decide cosa è giusto e cosa è sbagliato e così la religione si affiancava e si mescolava al potere. Quante guerre si sono fatte nel nome di dio? Quanti innocenti sono stati arsi al rogo? Ancora oggi si fanno guerre di religione (potere) nascondendoci dietro un dito puntato che dice lui è il cattivo.
      Insomma come le guerre di ultima generazione che vengono chiamate missione di pace e tanti, ma davvero gtanti innocenti ci perdono la vita.
      Ciò che mi stupisce è che l'essere umano ancora sia assoggettato a tali dinamiche. Addormentato e felice di esserlo.
      Dopotutto ci si rifà dopo questa vita...

  12. ahi...tema scottante
    mi viene in mente (tra i mille pensieri che questo tuo racconto ha liberato in me) il Padino III , quando racconta che voleva diventare importante per togliersi la sporcizia della strada, ma più saliva e più si doveva sporcare...con la politica, con la chiesa
    sono cattolico perchè qualcuno ha scelto per me, ma non pratico da tempo...o meglio non seguo quello che la chiesa dice e detta.
    non mi hanno dato nel corso degli anni spunti per avere fiducia in loro...come del resto fanno i politici
    politica, religione, sono solo potenti armi nelle mani di chi sa dirigere il popolo pecorone
    forse l'unica soluzione è lasciarli credere di essere potenti e che tutto il popolo sia i gregge pecorone...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito