Dalla raccolta Il ronzio degli insonni - Poesie dal 2004 al 2008.

Mi piace guardarti
mentre scaraventi le tue perle addosso al destino.
Mi piacerà ricordarti
quando ti sarai portata via il presente.

Questo profumo
mi ricorda
il dolore.

Hai i capelli fatti di promesse, le labbra che parlano poco.

Questo clamore
mi ricorda
la vita.

E se davvero questa fosse solo una scatola
io griderò a tutti i passanti di volerci stare dentro per sempre.
Con prepotenza.
Lo farò tenendoti per mano.
Li guarderemo attoniti pensando soltanto
gente in strada.
Nessuno sorride,
nessuno guarda colui che gli sta vicino,
nessuno aiuta qualcun'altro.

È questa la nostra realtà, amore mio?

Se così fosse, mia dolce stella fuori posto
io la accetterò per te.
E se il tuo sogno sarà quello di cambiare il mondo
io mi farò da parte.
Sei così bella mentre sogni.

Perchè ogni tuo desiderio potrebbe uccidere questa tristezza.
Perchè ogni tuo sospiro muove polvere e fango,
più di qualsiasi guerra.

È la nostra guerra
ma mi ricorda
l'amore.

Marco Fratta
Marco Fratta
Marco Fratta è nato a Torino nel 1987, ma vive e lavora in Irlanda, a Dublino. Scrive romanzi, poesie, racconti e suona il basso elettrico. Ha pubblicato il romanzo "La scatola nera" (La Riflessione 2007) e le raccolte di poesie "Il ronzio degli insonni (Lulu 2009) e "Zitti nel frastuono" (Amazon 2013). Il romanzo d’esordio è stato pubblicato anche in lingua francese in formato ebook (La Boîte noire, Abelbooks 2012, traduzione a cura di Marie-Bernadette Giraud). Con il romanzo inedito "Il pittore di parole" ha vinto il Premio Faraexcelsior 2012, ottenendo la pubblicazione per conto di Fara Editore. Nel 2009, con la collaborazione degli attori Alan Mauro Vai e Vincenzo Di Federico, ha creato il "Marco Fratta Reading Project", forse il primo reading italiano su sottofondi di basso solo. Alcune parti dello show si possono trovare su Youtube e Vimeo. Da sempre appassionato di Rock Progressive, ha suonato con promettenti formazioni di rock d’avanguardia, ma ha anche collaborato con alcuni cantautori tra cui Mezzafemmina (al secolo Gianluca Conte). Per lui ha arrangiato e suonato le parti di basso del disco "Storie a bassa audience" prodotto da Gigi Giancursi & Perturbazione.

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito