Quei pannolini, tisane al finocchio e minestrine sono solo un ricordo.
Siete grandi e vedervi camminare nel mondo è una gran soddisfazione.
Ormai avete preso l'onda,come quelle tartarughe che dalla buca
si affannano istintivamente a raggiungere l'acqua voi avete visto
la riva e vi siete tuffati, muovendo le pinne verso il mare aperto.

Ancora non sapete nuotare da soli, avete bisogno di una guida che
vi accompagni,anzi più di una in verità. Io,la mamma, gli insegnanti
gli amici e tutti quelli che vi vogliono bene saranno sempre al vostro
fianco, pronti a difendervi e a correggere traiettorie sbagliate, correnti
troppo forti e a tenervi lontano dai pesci pericolosi. Lo so che la voglia
è grande, esplorare nuovi scenari e sentirsi protagonisti, ma ci vuole
tempo, la fretta è una cattiva consigliera e fermarsi a godere degli attimi
un dovere per assaporare appieno questa vita.

Memorie...

Ti ho presa che avevi solo quindici mesi,
eri un batuffolo rosso e come nel regno animale ti ho
cresciuta come una figlia, passando notti insonni e litigando con tua
madre per la stanchezza accumulata. Anche gli adulti sbagliano e spesso
non li corregge nessuno. Poi sei arrivato tu, un esserino di nemmeno tre
chili che mi dormiva sul petto per paura delle improvvise apnee che ti
perseguitavano. Carne della mia carne, miracolo della natura che rinnovava
la vita ed io ero parte di questo progetto,avevo contribuito alla tua
nascita, ero diventato per la prima volta papà.

Vi ho cresciuto al meglio che potessi,
anche se a ventiquattro anni è difficile, lo capirete quando
sarete genitori anche voi. Dubbi, perplessità e le domande se quella fosse
stata la scelta giusta. Ogni età ha i suoi pensieri e più si è giovani
più è difficile gestire l'impeto e la consapevolezza che ci sono nuove
responsabilità, che non era un bel gioco ma stava iniziando la più
difficile delle imprese. Prendersi cura di altre vite umane. Piccole e indifese.

Non sono stato di parola, non ho potuto portare a termine il mio dovere.
Di chi sia la colpa non importa, semplicemente il mio nucleo non c'è più,
diviso dagli eventi e dalla fine di un amore. Un fallimento, è così che
ci si sente,in balia di venti tropicali che ti sbattono a destra e sinistra,
ti senti precipitare ma per tua sfortuna non raggiungi mai il suolo,
continuando a cadere. Allora raccogli le forze e bestemmi e gridi,
maledici il destino e pensi ai "se" e ai "ma" che come spettri giocano a
nascondino dentro di te facendoti sentire abbattuto e vinto.

Sei finito, l'ombra di te stesso, ti trascini stancamente aspettando la fine, che una
seconda chance non ti sarà mai concessa. Eppure qualcosa, un raggio di sole
dritto negli occhi mi ha fatto capire che ce la potevo fare, che non era
più inverno e che il ghiaccio cominciava a sciogliersi. I fantasmi del passato
stavano lasciando il posto a girotondi di bambini nei prati, stelle
filanti e coriandoli erano arrivati in mio soccorso. Siete intervenuti voi,
figli miei e figli di tutti, a fare spazio in un cuore grondante, l'avete
ricucito e avete messo i cerotti, aspettando che le ferite si rimarginassero.

Adesso sono pronto, sento i battiti ritmare il mio passo sicuro, non aspetto
più una seconda possibilità, me la vado a cercare, la voglio costruire, la
voglio sudare e meritare. In fondo non sappiamo quanto ci resta, quindi
perchè morire prima del tempo?

Qualche fisches in tasca mi è rimasta e si
è liberato un posto al tavolo della mia vita... è ora di giocarsela, fino in fondo.

poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito