M'inventi capriole

Poesie Elena Condemi

A tratti
le ali spumeggiano
intarsiate
dei tremori dell'aurora
e dei flutti
d'ardenti saette

M'inventi,
grande petto bruno,
capriole di ramati tramonti
brevi a vegliare
riverberi
di lucide notti feline
e di tenere ombre scalze.

Nel mio ventre
perlacee vigne vagheggiate
inquieti gambi di fiori attenti
stordite corolla di risa

ed io
audace sorgente
di mutevoli stelle rosse
scandite in gola.

Tu,
mia splendida vertigine,
impetuosa resa ambrata...

Noi nel presente...
misterioso,
ancestrale trionfo
d'astri danzanti.

Elena Condemi

Elena Condemi
Elena Condemi
So solo che mi emozionai incontrando per caso un'Olivetti a casa di mia nonna, e non riuscii a lasciarla più. Pareva conoscermi meglio di chiunque altro. E la conservo tutt'ora, proprio come si fa con la propria vecchia e fedele bambola, con la stessa tenerezza..."Lo sviluppo dell'anima è come una poesia perfetta: ha un'idea infinita che una volta realizzata rende ogni movimento pieno di significato e di gioia." Tagore"Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare di colore. Mi piace cambiare di misura." Alda Merini"Non ho scritto secondo ragione, Né per fuggire un destino oscuro, Ma per sedurre le stagioni E piacere all’ineffabile azzurro,E per possedere ogni giorno, Senza smarrimento, senza rimorso, E sino al momento della mia morte,Dei diritti infiniti sull’amore..."Anna De Noailles

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito