Naufraghi

Senza categoria Mariella Musitano

Ieri i tuoi occhi sono tornati a brillare e non era il sole, né le luci della stanza in una notte ventosa che piegava i rami degli alberi fuori in giardino.

Ieri non sentivi freddo e non era merito del calore dei radiatori.

Ieri il tuo sorriso era contagioso e non era per il bicchiere di vino che ha accompagnato la cena.

Ieri le tue mani cercavano le mie per poi tornare a gesticolare concitate mentre le parole tornavano a riempire la stanza nel silenzio della sera e non era merito della televisione. Spettatrice silente.

Ieri le immagini di un nuovo futuro si posavano sulle pareti bianche colorandole con i colori dei sogni e non erano le stampe con i quadri ad attirare la nostra attenzione.

Ieri ci siamo tuffati nel mare delle possibilità e questa mattina ci siamo risvegliati naufraghi nell’isola del presente.

Mariella Musitano
Mariella Musitano
io sto alla scrittura come il giocoliere sta alle clavette.

Suoi ultimi post

8 Commenti

  1. Naufragati reali....cosa puoi chiedere di meglio, se vale più perdersi che inseguirsi.

    Se è destino sarete naufraghi insieme...

    • se è...

    • se continui a farmi complimenti rischio di montarmi la testa. Comunque ammetto che mi piace pure a me sto pezzo e sai che spesso sono assai critica sulle cose che scrivo. Me le boicotto da sola!!!

      • Adoro autoboicottarmi...

        è il sale e la condanna della vita!!!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito