È il tempo che si ferma
e mi sorprende.
Il dolore ribelle cerca una mano
che si tende.

Non c’è arcobaleno nel mio stupore.
Prigioniera per sempre
in un eremo di parole.

Adriana Maria Quaglia
Adriana Maria Quaglia
Adriana Maria Quaglia è nata a Ivrea nel 1967. Dai 13 anni segna emozioni e riflessioni con gocce d’inchiostro esplorando e apprendendo dallo sport, dalla musica, dal canto, dal teatro, dagli studi linguistico-umanistici e da una vita ricca e feconda. Si definisce: "Parola libera su uno spazio bianco che viaggia fra ciò che è e ciò che non è".

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. Mai vista condanna peggiore delle parole...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito