Nessuna guerra

Poesie Karen Lojelo

Era quel mese caldo
caldo ma non troppo
occhi a trafiggere sospiri
mani come ali
braccia come rifugi
la guerra così lontana
solo pace
pace inquieta
dentro e fuori
meravigliosa

Era quel giorno
dove nessuno parte
tutto resta
tanto da sembrare per sempre

Nessuna bomba
niente feriti
solo volti felici
il tempo fermo
il mondo fermo
nessun cambio di stagione
solo primavera

Il mare calmo
il vento fresco
solo verde intorno
il cielo azzurro
il sole alto
la luna piena
le stelle accese
promesse mantenute
verità sincere

La strada a piedi
ma no
no che non importa
com'era bello il mondo
il mondo come sembrava quel giorno.

Karen Lojelo

Karen Lojelo
Karen Lojelo
Sono nata a Roma il 25 giugno del 1976 dove ho studiato, vissuto e lavorato fino al luglio del 2007, poi ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo: “L’amore che non c’è” poi è stato il tempo di "Binario 8" una raccolta di poesie (che scrivo da sempre). Appena uscito il mio nuovo romanzo 'L'ebbrezza del disincanto' e a breve un'antologia di racconti curata da me Mariella Musitano e Sara Marucci. Nel 2013 è andato in scena il primo spettacolo teatrale scritto da me 'Riflessi' e attualmente sono impegnata nell'ultimazione di un nuovo romanzo. Chi sono io? Bella domanda…: "io sogno cose che non sono mai esistite e dico: «Perché no?». George Bernard Shaw

Suoi ultimi post

7 Commenti

  1. E' stupenda,qualcosa di meraviglioso,una delle tue più belle.complimenti Karen

  2. Mi piace questo scandire, la leggerezza che si contrappone alla pena, Karen che scrive.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito