Parliamo

Poesie matteo

Va bene, parliamo.
Diciamo tutto adesso
Anche se non si può dire.

Ecco il mio sogno
Sprecare in buona parte tutti gli anni che mi danno
Per scrivere una volta sola
Una soltanto;
io sono prigioniero
del mio desiderare
dovrò sempre nutrire
la voglia di fuggire.
Non fuggo per paura
Vorrei solo trovare l’idea che sto cercando.

Adesso parli tu
Non sei meno diretta
E dici che la tua felicità
È avere una certezza.
Puoi esser già sicura
Che ti farò soffrire
Se sono come un fungo
Che cresce senza sole.
Sai anche con certezza
Cos’amo io del sole
Io so che sempre muore
E poi di nuovo nasce.

Proprio così
Così come son io,
mai con la stessa faccia,
un giorno tra i palazzi
e l’altro dentro al bosco

e piovo come un fulmine impazzito
errando senza mèta
mi perdo per la via
dovunque voglio vendo
la mia bigiotteria;
non c’è nessun diamante
mai niente di prezioso
eccetto un po’ d’inchiostro scivoloso.

Vorrei poter andare
Ovunque il mondo vada
E le parole scelgono
Da sole quella strada.

matteo
matteo
La speranza è nell'opera. Io sono un cinico a cui rimane per la sua fede questo al di là. Io sono un cinico che ha fede in quel che fa. (Vincenzo Cardarelli)-----http://badradio.splinder.com/

Suoi ultimi post

1 Commento

  1. ...molto di condivisibile, nel bene come nel "male"


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito