A proposito dei bacinondati

Ci sono cose che inspiegabilmente è bello non ottenere: ci vorrei scrivere le pagine sui bacinondati perchè è come avere sedici anni.
La sensazione che si prova è nella pelle e alla bocca dello stomaco, è come vomitare le stelle.

È meglio di un bacio attraverso un vetro, è un po' come il profumo del freddo.
È il calore dei sogni che ci rimane attaccato agli occhi gonfi di sonno, è fare colazione a tutte le ore senza dover mai puntare la sveglia, socchiudere le labbra mentre si dorme o non riuscire a dormire affatto.

È affogarsi nella confusione calda di una tazza non ancora lavata, è non aver davvero bisogno di mangiare.

È avere il tempo di conoscersi piano senza parlare: nessun obbligo, nessuna partenza.
Un bacionondato è come scriversi sulle braccia nel cuore della notte l’anagramma sussurrato della parola tornerò.

SCARABOCCHI BLU
SCARABOCCHI BLU
a volte accadono delle cose per cui il cuore ti si incastra tra la gola e lo stomaco e non puoi fare a meno di scriverne.

Suoi ultimi post

6 Commenti

  1. E’ avere il tempo di cono­scersi piano senza par­lare: nes­sun obbligo, nes­suna par­tenza.
    Un bacio­non­dato è come scri­versi sulle brac­cia nel cuore della notte l’anagramma sus­sur­rato della parola tor­nerò.

  2. apperò!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito