Questa guerra è mia.

Come puoi chiedermi di non combatterla? Mi guardi piangere per le battaglie perse, per le cicatrici che mi consumano e mi supplichi di smetterla, mi chiedi di finirla di farmi del male, di lasciare che sia, di andare avanti. Come se nulla fosse. Seduta sul pavimento di marmo gelido ti guardo, ti dono un sorriso bagnato, mentre cerco di spiegarti: come posso non combattere per qualcosa in cui credo?

Per qualcosa che voglio disperatamente? Per un mio desiderio? Non capisci? Farà male ma se combatto ho la possibilità di vincere come di perdere, se non combatto ho già perso in partenza. Nel petto ho una bomba ad orologeria, non un cuore, senti?

È facile confondersi. Ticchettano entrambi.
Lasciami combattere.

Boom.

Krontera
Krontera
Io non so se dal Profumo lontano di Notti Irreali arrivasti a spingermi con mancata eleganza, ostinandoti in una Danza taciturna eppur loquace. Mi cingesti i fianchi in un fatal unico Respito, corteggiasti le mie insane movenze rendendomi Immortale agli occhi della Luna. Senza saper null'altro di Te se non il tuo Odore mi regalai leggiadre Illusioni di una presunta Follia e invitandoti al martirio ti Amai. Non so se il fatal Destino decise per me o se fui Io stessa a ribellarmi al Vento, eppur da quel dì smisi di camminare sollevandomi pel Cielo con Ali di Rugiada. E il tuo Volto vidi reincarnarsi in ogni Notte stellata...

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. è vero è impossibile non combattere per qualcosa che si desidera e non farlo significherebbe che non si desidera abbastanza...

  2. "Nel petto ho una bomba ad oro­lo­ge­ria, non un cuore, senti?
    È facile con­fon­dersi. Tic­chet­tano entrambi."

    BELLISSIMA!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito