Raggio di sole

Poesie Karen Lojelo

Chiamalo amore
se non trovi un altro nome
chiamalo però
vedi se si gira
volta la pagina
ascolta
anche se ha una voce nuova
chiamalo
e se ci stai pensando
intanto cammina
tieni il suo passo
ascoltalo
o resterà indietro
si perderà
e non sarà più lo stesso

chiamalo
inventa un nome
o solo prendigli la mano
e guardalo
tu guardalo
tienilo
raccontagli una storia
ma che lo tenga sveglio
che suoni una musica nuova

chiamalo come vuoi
ma non abbassare lo sguardo
prendilo come vuoi
ma non lasciarlo

chiedilo a lui
se vuole un nome
o non gli serve
coprilo sotto la pioggia un po'
e poi lascialo bagnare
asciugagli la testa e poi
stallo ancora ad ascoltare

piove su questo miraggio
o forse ha già piovuto
si asciuga sotto un raggio di sole
oppure quello
è il suo nome.

Karen Lojelo

Karen Lojelo
Karen Lojelo

Sono nata a Roma il 25 giugno del 1976 dove ho studiato, vissuto e lavorato fino al luglio del 2007, poi ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo: “L’amore che non c’è” poi è stato il tempo di
“Binario 8” una raccolta di poesie (che scrivo da sempre).
Appena uscito il mio nuovo romanzo ‘L’ebbrezza del disincanto’ e a breve un’antologia di racconti curata da me Mariella Musitano e Sara Marucci. Nel 2013 è andato in scena il primo spettacolo teatrale scritto da me ‘Riflessi’ e attualmente sono impegnata nell’ultimazione di un nuovo romanzo.
Chi sono io?
Bella domanda…: “io sogno cose che non sono mai esistite e dico: «Perché no?». George Bernard Shaw

Suoi ultimi post

2 Commenti

  1. e dopo la pioggia del miraggio coa resta?


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito