E i ricordi saranno conchiglie

Senza categoria Martino Pomodoro

Ho questa grandissima stanchezza che mi pervade e il desiderio incompiuto che si trasformi in richiesta di tenerezza. Ho cercato di mettermi al riparo dal dolore. Mi sono chiuso in me stesso e il mio spazio si è trasformato in un tempo gelido.

Quando stiamo bene sentiamo, a me sembra di sentire, tutto il mondo; Ma quando stiamo male sentiamo, io sento, solo il mio corpo.

Non so voi, ma io desidero, credo tutti desiderino, la felicità. E credo, credo proprio che l’essere felici sia possibile solo aprendosi: la felicità è il continuo fluire del mondo, e che il tempo si faccia spazio, e il desiderio si compia.

Non cerco un riparo, ma la gioia sempre nuova di condividere un mare, e tutte le sue tempeste.

 

Martino Pomodoro
Martino Pomodoro
Piperita Patty: Tu cosa pensi che sia la sicurezza?Charlie Brown: Sicurezza?… La sicurezza è dormire sul sedile posteriore di un’auto…Quando sei piccolo e sei stato in qualche posto col papà e la mamma ed è notte, e stai tornando a casa in macchina, puoi dormire sul sedile posteriore… Non hai da preoccuparti di niente… Il papà e la mamma sono seduti davanti, e si prendono loro tutte le preoccupazioni… Si occupano loro di tutto… Piperita Patty: Che bello!Charlie Brown: Ma non dura! Improvvisamente ti trovi cresciuto e non può mai più essere così! Di colpo è finita, e non dormirai mai più sul sedile posteriore! Mai più! Piperita Patty: Mai più? Charlie Brown: Assolutamente mai più! Piperita Patty: Tienimi la mano, Ciccio!

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. " la gioia sempre nuova di condividere un mare, e tutte le sue tempeste"
    mi ha trasmesso pienezza, calore, voglia di farlo, perchè la vita è un mare in tempesta da affrontare.

  2. tutti alla ricerca della felicità...
    anche io penso che la felicità sia possibile con una nostra apertura verso il resto, il Tutto... un fluire di sensazioni ed emozioni e liquidi e pensieri e azioni e vita...

  3. E quando saranno troppe le tempeste e arriverà il mal di mare...a cosa penserai...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito