Sei come un fuoco d'artificio.

Senza categoria Krontera

Il cielo è sereno, buio, tranquillo e in un attimo "bum".

Esplodi. Con scintille colori di rosso il nero, lo invadi allungando i tuoi ghirigori di fuoco impazzito, conquisti spazio.

Bruci. Sfrigoli nell'aria splendendo al tuo meglio, abbagli gli stolti che osano osservarti, li rendi ciechi, li schiavizzi, sono in tuo potere.

Sparisci. Dal nulla sei arrivato e al nulla ritorni, tutto quello splendere che fine ha fatto? Scomparso. E chi ha confidato in te rimanendo ad osservarti rapito si sente offeso, preso in giro. Si sente perso.

Tu sei così, nel mio cuore sereno sei esploso attirando ogni mia attenzione, hai bruciato con un'intensità tale da farmi bollire il sangue nelle vene e infine, come niente, sei andato. Via.

Meglio le stelle, sai? Al massimo loro ti cadono addosso.

Krontera
Krontera
Io non so se dal Profumo lontano di Notti Irreali arrivasti a spingermi con mancata eleganza, ostinandoti in una Danza taciturna eppur loquace. Mi cingesti i fianchi in un fatal unico Respito, corteggiasti le mie insane movenze rendendomi Immortale agli occhi della Luna. Senza saper null'altro di Te se non il tuo Odore mi regalai leggiadre Illusioni di una presunta Follia e invitandoti al martirio ti Amai. Non so se il fatal Destino decise per me o se fui Io stessa a ribellarmi al Vento, eppur da quel dì smisi di camminare sollevandomi pel Cielo con Ali di Rugiada. E il tuo Volto vidi reincarnarsi in ogni Notte stellata...

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. Le stelle se cadono non arrivano ai tuoi piedi...e nemmeno a quelli degli altri.

    Egoiste, abbellimenti da soffitto, ma non danno alcun calore, tanto vale esplodere di un fuoco reale che aspettare diecimila notti di san lorenzo nella speranza che arrivi una stella.

    N.A.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito