Digiuno nel corpo,

digiuno d’amore,

steli di braccia cercano,

sulla parete bianca,

qualcosa che le sorregga,

affinché che sangue scorra.

Radio, ulna, falangi,

vasi capillari, linfonodi

e dodici paia di coste,

capelli corona del viso

che riporta contorni di te.

Bella, perché bello è il ricordo

sdraiato di bimbe che ridono

e dicono che saranno grandi.

E grandi saranno,

come il vuoto che hai dentro

quando ti aggrappi allo specchio

quando ti conti le ossa

quando ti mangi la pelle

quando ti strappi i capelli

quando ti chiami da sola

quando vuoi essere tua madre

quando nessuno ti vuole

quando sei prima in classe

quando sei prima in tutto

quando puoi vivere senza

supplicandoti di finire

finire presto

finire tutto

finire con un click.

.Fotografia.

Laura Bertolini
Laura Bertolini
Laura nasce a Cecina il 15 Gennaio 1978.Scrive le prime poesie all'età di 8 anni, sorprendendo gli adulti per la sua precoce vocazione letteraria e per la straordinaria facoltà di percepire il colore di tutto ciò che la circonda. -Mi sono autodefinita un'attivista poetica perché denuncio quello che vedo, che sento e che penso, proprio attraverso il canale della poesia, con la quale mi impegno. Ascolto, racconto le vicende umane, anche le mie.- - L'elemento della Natura, nelle sue colorate manifestazioni, con i suoi odori, si mescola all'umano in quanto essenza primordiale, forza generatrice e rigeneratrice. Si presenta spesso nei miei versi perché le mie radici affondano completamente negli elementi naturali. Io sono figlia del mare, della valle, della montagna. Da bambina ascoltavo la voce degli alberi e del vento. Questa è la mia essenza.- -Sono un'artigiana della poesia, nel senso che quello è tutto ciò che so fare, mi piace seguire tutto il processo creativo, fino alla pubblicazione. Mi piace autoprodurmi!- -La forza motrice sono le persone che vengono a sentirmi quando leggo ad alta voce, che mi comprano i libri, che mi scrivono le proprie emozioni--In America mi sento un po' come in esilio, ma la poesia è la mia anima e non mi lascia mai sola.- -Da grande ho sempre voluto fare la poeta, quindi continuo a sperare di diventare grande- LB.

Suoi ultimi post

2 Commenti

  1. Che "meraviglia"poter finire tutto con un click...

  2. non l'avevo ancora letta... molto bella la seconda parte Laura 🙂


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito