sono ... come???

Senza categoria Noria Nalli

Cantare...si usare la voce potrebbe farmi bene....magari la mia depressione scomparirebbe come d'incanto...ho letto di un corso di canto, in un negozio di musica non lontando da casa. Mi decido e prenoto una lezione... si ma cosa voglio cantare? Io mi sono sempre considerata una dark, punk rockettara.... ma non mi ci vedo ad intonare cure e joy division... rifletto e senza rendermene conto, mi si staglia nella mente la sua immagine ...MINA. .. non amo molto le sue ultime cose, ma senza dubbio il, suo repertorio fa parte della mia storia personale.....

httpv://www.youtube.com/watch?v=3SWWFeAaygs

E' più di un anno che prendo lezioni, domani ci sarà il saggio finale...non riesco a crederci...io ho scelto "Parole, parole".

httpv://www.youtube.com/watch?v=wrlew2G6nvA

La interpreto con enfasi, sensualità e convinzione... mi applaudono..che voglia di continuare...che so io..."Il cielo in una stanza"..."Sono come tu mi vuoi".... la depressione è passata ed ho scoperto che non mi conoscevo per niente !!!

httpv://www.youtube.com/watch?v=b6s_kjlhP5U

Noria Nalli
Noria Nalli
Sono una giornalista free lance e amo raccontare storie...... Dopo una lunga esperienza di ricovero, ho iniziato a scrivere brevi ritratti di corsia per La Stampa di Torino,

Suoi ultimi post

12 Commenti

  1. ed ho scoperto che non mi conoscevo per niente.....
    o semplicemente riscoprirsi e andare oltre i nostri limiti... quelli imposti dalal mente

    • proprio così... imparare a cantare è un'esperienza potentissima... che libera la mente nel vero senso della parola... sconvolgente 🙂 certo ci ho messo molto "del mio" ....sono una persona fin troppo riflessiva .... ricordo che il mio giovane insegnante mi aveva proposto lo studio dell' Ave Maria di Gounod e io mi sono fatta prendere dal fascino ancestrale di questo canto, una preghiera in latino, che mi portava alla mente un sacco di implicazioni linguistiche, culturali... sonore

      Un giorno avevo trovato un articolo del neurologo Oliver Sacks sul potere del canto sulle sfere del cervello....l'insegnante mi ha guardato con aria sconsolata !!!

      • p.s.: mi è capitato anche di cantare Parole parole, ovviamente con la mia partner facendo la voce maschile, faciamo duetto? eh eh

        • molto molto volentieri 🙂 ah ah ah che bello tra scrittura e canto....arte nel senso pieno ....

  2. ho sempre il desiderio di scrivere sulla mia esperienza di quell'anno.... e del fantasticoi scambio col mio insegnante...ricordo gli esercizi che mi proponeva, io gli parlai degli scioglilingua, che adoravo e usavo con le figlie... lui era scettico, ma un giorno se ne uscì mostrandomi questo video di Demetrio Stratos http://www.youtube.com/watch?v=LKCoK-njfg4

  3. vero... il canto ha una capacità magica di liberarci, forse perchè è stata una delle prime forme d'espressione dell'uomo e nato ancora prima della parola e della musica le rappresenta entrambe. Per me è stato, ed è tutt'ora, una valvola di sfogo prioritaria. da buon rockettaro ho iniziato a cantare tirando fuori tutto quello che avevo dentro (nel primo mio concerto emulavo Kurt Cobain), poi cercando di raggiungere i limiti delle possibilità della voce, ora, finalmente, solo per comunicarmi, per esprimere i miei stati d'animo e renderli vivi attraverso il contatto con chi ascolta. Anche io mi sono riscoperto da capo attraverso il canto. Per un paio di anni ho fatto persino pianobar per arrotondare i miei contratti da precario, chi l'avrebbe mai detto? io rockettaro estremista abbassarmi a cantare musica da pianobar?? Eppure, nessuna sensazione è sbagliata o immeritevole ed in ogni genere di musica è una miniera di emozioni, pur tanto diverse (vabè... nun chiedeteme però de cantà Gigi D'alessio che a tutto c'è un limite! Poi kurt se rivolta nella tomba e me da le spalle! eh eh)

    • pensa che io ho provato un'emozione fortissima nel cantare "O bella ciao".... sono quasi andata in trance.... a ripensarci mi sebra sia successo ad un'altra persona....

  4. io sono stonatissima... e nonostante tutto mi ostino a cantare... non posso farne a meno. Cantare mi libera l'anima e la mente... in macchina è il mio posto preferito e se canto riesco anche a non sfuriare con gli automobilisti e il sorriso mi si stampa per tutto il tragitto.

  5. ah ah... io sono un professionista del canto in macchina. A votel mi chiedo cosa possa pensare al gente (ma dura poco) a vedermi urlare come un pazzo. A volte ho la timidezza di mettere la mano davanti alla bocca per nascondere la gola in esplosione sonora...

  6. E la chitarra da pulmann.. ragazzi.. le gite scolastiche !!!
    O mare nero..O mare nero.. O mare neeee...
    con.. do la- fa sol ..e la re mi..si faceva tutto il repertorio !!!
    tanto la chitarra chi la sentiva...
    e tutti insieme..intonati e stonati..si cantava..
    momento di liberazione mentale..di sfogo.. e di aggregazione collettivo..
    altro che il karaoke..
    O mare nero..O mare nero..O mare neeee...

  7. http://www.youtube.com/watch?v=N3-_DbEYe7A

    Il canto per me è sensualità, ma anche spiritualità....come testimonia egregiamente Jeff Buckley

    il mio insegnante si chiama Davide e io giù a sommergerlo di riferimenti a uno dei più antichi "parolieri", con i suoi salmi pieni di poesia: : David. Questo lo aveva fatto reagire acidamente e con sdegno... che sconcerto quando casualmente lo vidi cantare su Youtube
    http://www.youtube.com/watch?v=zER53V1sdxM


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito