Squilli di trombe e rulli di tamburi

Vent'anni sono passati.
Dai
bei momenti passati nei boschi con gli amici
a quelli più duri

dell'ingannevole quotidianità che lentamente cerca di piegarci.
Ma siamo ancora qui
con l'utopia a farci da scudo
lo spirito indomito a

farci da spada per difendere la luce della nostra anima.
Possa non
spegnersi mai, come una pira accesa e difesa nella buia notte del

solstizio d'inverno della nostra vita.
L'alba giungerà.

poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. l'alba arriva sempre, poi torna la notte, ma poi ancora l'alba... 🙂

  2. è giunto il tempo dell'attesa... sapendo che arriverà il solstizio dell'estate.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito