Allegre
assordanti
gioconde.
Caotici spruzzi di colori
sulla tela del mondo.

 

Scie di odori,
profumi lontani
scaldano di ricordi il cuore,
che pago di essi aiuta il piede
nel suo incedere lento.

 

Strade solitarie,
vie complesse e profonde dell’anima.
Tristi nel loro andare
anime fragili percorrono pezzi
di vite stese al sole.

 

Gli occhi anelano all’orizzonte
alla ricerca costante della meta.

 

Salite e discese
Asfalto e terra
Ponti e funivie
Nuvole e sole
Pioggia e neve
Riso e pianto.

 

Ognuno ha la sua via
Ognuno ha il suo cammino
Ognuno ha il proprio arrivo.

 

Michela
Michela

Non potrei essere altro che quella che sono:
un cavallo libero in una prateria che non vuole essere domato;
una fatina buona che appare quando serve e senza rumore se ne va;
una leonessa che protegge i suoi cuccioli e li aiuta a vivere;
il caos senza controllo,la mamma, l’amica, l’amante,
la moglie che ama nel profondo.
Ecco, sono passione, dedizione e propensione.
Una sognatrice con i piedi per terra, la quiete e la tempesta, il dramma e la commedia (beh, forse più la commedia!), il tutto e il niente.
Sono una come tante… sono io.

Suoi ultimi post

2 Commenti

  1. ed ognuno trova il suo equilibrio fra la pioggia e la neve, l'asfalto e la terra, le nubi e il sole.
    mi piace questa tua nuova veste poetica....

  2. forse riguardando indietro ti capita a volte di chiederti che strada hai fatto...ma rimane sempre la più bella, perché in ogni caso è la tua, ed è unica...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito