La mia regina dorme stanca e senza colpa, chiama Tristano! E Tristano ritorna, in una fragile danza, finché il respiro la sveglia e le schiude le labbra insidiandosi amoroso nell’allegria perversa del getto percosso che la fa rossa in viso, spinta fino al cervello con le odorose mani,...

Sbronza

azzLaura Bertolini

      Che l’inverno sia svelto come queste virgole nel cielo come questo allucinante lampeggiante all’incrocio. Se sarò lì ad aspettare il tuo segnale avrò una punta piantata nel cuore. Lassù c’è un rosso fiamma e qui una zolla alcolica: a braccio vanno meteo e alcol e non lo...

    Abbiamo colto l’occasione propizia per dar respiro a un filo d’erba.   Finché il fumo del rancore non accenna teniamo una facciata da mostrare.   In segreto scambiamoci i rospi e rovesciamo i firmamenti.

    Innanzi ai bocci delle rose che ho piantato cade in ginocchio il vento di Santa Ana, a questa casa con un pezzo di giardino, casa straniera diventata nido. Una forza germoglia sabotando cocciniglie la terra dura strozza le radici, ma la mia pianta non perisce.   Riassetto le...