punti di vista

azzMaria Musitano

Carri bestiame erano quei vagoni e loro erano animali da macello. Quel pensiero affiorava ogni volta che si aprivano le porte e orde di persone ne uscivano e molte di più ne provavano a entrare. Fiati sul collo dai quali poteva, senza vedere, individuare la nazionalità della bestia che aveva...

L'isolano

azzMaria Musitano

Esce dal cancello silenziosa come un felino. Si avvia per la strada sterrata per lasciarla pochi passi dopo. Scende la scarpata, ripida e franosa. Tiene le gambe piegate cercando un minimo di equilibrio che non la faccia finire con il sedere per terra. Le scarpe con il tacco non l’aiutano....

Ci vuole coraggio

azzMaria Musitano

Per Emma la strada era sempre stata in salita. Era abituata. O così credeva. Le veniva in mente la legge di Murphy la prima in assoluto che diceva: se qualcosa può andar male, lo farà. Emma lo sapeva che le cose non erano mai facili ma evidentemente non ci aveva...

mai andare oltre

azzMaria Musitano

Era arrivato nel momento sbagliato. Come un temporale estivo. Inaspettato e fresco, ma troppo violento per poter ammettere a se stessa che era quello che ci voleva. Aveva ragione. Era meglio continuare a parlarsi attraverso il telefono oppure scambiarsi insulsi mi piace su Facebook. Non andare oltre. Mai andare oltre....

La megera

azzMaria Musitano

Sara aveva sempre pensato che la signora Linda fosse una megera. Colpa dei capelli arruffati e delle unghie lunghe forse. In realtà, a guardarla bene, sapeva che non era colpa della sua conformazione fisica perché quando la signora Linda si truccava e si vestiva a dovere si vedeva che era...