I dreamed your dream for you

cRaccontim Karen Lojelo

Candy love

Scriverò la nostra vita su un quaderno a righe, che la matematica non è il mio forte, e lo riempirò di cuoricini rossi ogni giorno per tutto il tempo. Ti darò calze nere autoreggenti e smalti colorati e reggiseni di pizzo per farteli slacciare e ti leccherò le lacrime d’inverno prima che diventino ghiaccio, butterò l’ancora per non farci naufragare. Sarò la tua caramella alla frutta da succhiare quando hai sete ed è finita l’acqua con le bollicine.

Appunterò da una parte le parole migliori e le terrò per te, le appiccicherò sul vetro con lo scotch rosa. E dovrai saziarmi che io non abbia mai fame, senza straziarmi mai però, che noi abbiamo imparato a darci senza togliere… e non lo dimentichiamo perché ce lo siamo scritto sotto la pelle io e te quel giorno che hai detto resta perché io non ti farò mai male. Tu mi comprerai panna e nutella che stanno bene insieme mentre io disegnerò castelli in aria e ceneremo seduti sul cornicione a guardare i gatti, magari a Parigi… e tu li fotograferai tutti e fotograferai me mentre ti bacio gli occhi e cullo tutti i tuoi difetti, che anche quelli di te, è come se li avessi scelti.

E poi guiderò fumando una Winston blue mentre tu ti arrabbi perché fumo troppo, con il finestrino abbassato e la musica troppo alta,  ascolteremo Romeo and Juliet dei Dire Straits e io ti canterò che I dreamed your dream for you, and now your dream is real.

E se tutto questo ti sembra un po’ surreale è perché la normalità certi giorni mi fa un po’ paura allora scrivo i miei buoni propositi sulle nuvole per assicurarci una vecchiaia sicura. Ci terrò al  riparo da tutte quelle cose che ad un certo punto la gente tende a dare per scontate, ma non ti preoccupare, ci ricorderemo delle bollette da pagare te lo prometto, mentre il mondo gira e noi correremo più veloci per non farci acchiappare.

E stai tranquillo, ogni tanto riesco anche ad essere normale, ma c’è tempo, domani è un altro giorno dai, intanto noi facciamo l’amore.

Karen Lojelo

httpv://www.youtube.com/watch?v=W9MzrirPrCI

Karen Lojelo
Karen Lojelo
Karen Lojelo, nasce a Roma il 25 giugno del 1976. Ha pubblicato 'L’amore che non c'è' romanzo 2008), la raccolta di poesie 'Binario 8' e 'l'ebbrezza del disincanto' (romanzo 2012). Nel 2013 è andato in scena uno spettacolo teatrale scritto da lei: Riflessi con la regia di Virginia Pavoncello. Nel 2018 è uscito il romanzo 'Non ti scordar di te' edito da Viola editricee vincitore del premio speciale della giuria al concorso internazionale Montefiore, subito dopo 'Margherita' una raccolta sui generis di racconti e monologhi su questo personaggio immaginario e dedicata alla sensibilità femminile. A novembre 2018 viene pubblicata una nuova edizione indipendente rivisitata e corretta di 'Binario 8', poesie strettamente collegate con i racconti di 'Margherita'. A breve è prevista anche l'uscita di un'antologia di racconti da lei curata con la partecipazione di altri scrittori tra cui nuovi autori e nomi noti. Gestisce un sito multi autore che promuove la scrittura e l’arte in tutte le sue forme //www.wordshelter.it/ Il suo sito personale //www.karenlojelo.it/

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. mi piace sta cosa della caramella alla frutta da succhiare... che frutta.
    ciao carakaren

    • ciao caro Nicola.... e scrivi più spesso che mi piacciono i tuoi deliri letterari 😉

  2. Sono convinta che qualche musa ti racconti cose che vedo io... e le dissemini un po' come l'ispirazione le suggerisce! 😉

  3. connessioni neuronali dell'universo... 😉


nta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nto *
Name *
Email *
Semb

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.