lettera uno

VeraLiberta

clinica, mattina questa notte abbiamo diviso una birra, sai? ed era bello parlare e ridere come tanti anni fa, girarsi le sigarette col tabacco e voltarsi a guardare le ragazze che passavano in bicicletta, primavere sfreccianti in una primavera più grande, e c'era Fellini al tavolo accanto al nostro, cappello...

 Hai mai notato che quando il cuore fa male, fa male anche la gola? Qualcuno dice che è perché li nascono le emozioni, e se le trattieni insieme al dolore,  la  pressione si ferma ad imbuto nelle parole non dette. E senti quel groppo, quello starter indeciso tra il piangere...

Ti ho amato padre, perché geneticamente sono stata programmata per questo. Quando la tua luce non mi ha più abbagliato avrei voluto gridarti che ti volevo diverso. Le salite lungo la mia strada sarebbero state più dolci se tu mi fossi stato accanto senza giudicare. Ancora oggi, che sono una...

C’è qualcosa nel tuo viso che credo non si modificherà mai; è quell’espressione seria, quel tuo modo di muovere appena i lati della bocca quando vuoi rimproverarmi per qualcosa, quell’espressione che ti appartiene anche quando esplodi in un improvviso sorriso. È una delle cose più belle che io abbia mai...

Spazio

Elena Condemi

Pare banale ma fra le tue ciglia ho intravisto qualcosa. Poi, dopo una breve sosta ancorata ai miei pensieri, a qualche ciuffetto di ricordo, alle vecchie parvenze di panna montata ancora da smontare del tutto, ho voluto avvicinarmi per vedere meglio. Non era un solito od insolito barlume di speranza,...

Solo io e te

elllerre

A volte ti guardo in quegli occhi da bambino, un azzurro smarrito, innocente, vero. E gli anni e le memorie sembrano montagne da scalare. Salite su salite, impervie, stanche. È quasi  come quando mi strofinavi l’alcool sul ginocchio che faceva sempre un po’ male, ma io trattenevo le mie lacrime...