Qualcosa

Lucie M

Mangio gomme da masticare ai frutti di bosco durante le lezioni di grammatica e indosso scarpe tristi come il cielo di questo martedì mattina. Dimmi che conosci qualche posto dove comprare il coraggio, qualche pusher che me lo venderebbe ad un buon prezzo. Mi servirebbe per andare avanti per qualche...

E il mio letto si rincomincia a riempire di vuoti che al mattino mi svegliano tirandomi dei calci dritti in pancia. I lividi dappertutto sembrano pianeti che cambiano colore. Fuori c’è il sole e la mia tristezza si nasconde dietro gli occhi. Non dentro, ma dietro così nessuno può vederla...

Un girasole

Lucie M

I tuoi silenzi ormai mi riempiono il cuore, sanno di miele anche se a volte fanno lacrimare gli occhi così tanto da trovarci dentro le barche a vele che affondano. Ma intanto io sogno un girasole enorme, così bello che mi viene voglia di cucirmelo sul petto al posto del...

È un amore che non inizierà mai, non nascerà mai. Tu non potrai mai amarmi e io è da un po’ che ho iniziato a cercarti tra le pagine del mio taccuino. Me lo si legge in faccia che ho sedici anni, che sono una bambina immatura. E allora portami...

Ci siamo abbandonati sulla provinciale come due cani con gli occhi pieni di lacrime. Perché sentivo che non aveva più senso starti accanto, sentivo un tuo bisogno di star solo e l’ho assecondato. Sentivo che io non avevo più senso, che sto cambiando, che stiamo cambiando. C’è la rivoluzione degli...