Ammirare un pallido sole

Accarezza il viso

Disteso a letto

Mezza giornata

Ingenuo barcollante

Soffia strilli e risa

In precario equilibrio sull’aria

Posso sentirlo in lontananza

Profumo di primavera

Un velo nasconde

Serica pelle

Diamanti e corallo

Estate seducente infinita

Il mare si strugge

Di solitudine

A scrosciare tedio su gelo

Gabbiani pesci

Il loro disarmante

Profetico mutismo

Grande distesa

Denso azzurro

Monumento celeste

Sapiente

Ho confessato

Ad ogni bolla affiorante

Sulla superficie

Del nucleo

Pensieri inconoscibili

Esternamente vivo

Inquieto del mondo

Impotente limitato

Mancanza di tempo

Senso di colpa innato

A svalutare il male

Coltivando imperfezioni

Acqua distrugge crea

Uomo

Greto di fiume

Sabbia rossa corrente

Pioggia commossa

Non basta

Occhi brillanti

D’incoscienza

Alberi in fiore

Distesi sui prati

A intrecciare candore

Con provvisorietà

Canicola di stelle

Mentre a noi

Poveri anziani

Sembra vano…

…Perdendo

Prima di cercare -

 

05/01/05

Marco Gasperini
Non sono io, scimmia ammaestrata, il solito disperato buffone, spirito invernale sconfitto dall’enigmatica primavera del cuore in codice -Se la notte incombe, dammi l’illusione di un puerile mattino.

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito