"Non c'era più niente da fare, niente da dire, niente per cui lottare: semplicemente non c'era più. Lei era andata via e non sarebbe più tornata: "Ma" pensò, "presto ti raggiungerò, amore mio." Si abbottonò la giacca, si guardò un'ultima volta allo specchio ed uscì unendosi agli altri che lo attendevano per poi dirigersi tutti insieme al suo funerale."

 

"Capitolo primo" da "Niente di più, niente di meno", l.m.s. di Stefano Crifò

Stefano Crifò
Stefano Crifò
Secondo il Calendario Gregoriano, nacqui il primo giorno del IX mese dell'anno MCMLXIV. Mi piace scrivere dall'età adolescenziale, ma solo da poco ho imparato a condividere questo sentimento. "La poesia è indispensabile... ma vorrei sapere perché." (Jean Cocteau)

Suoi ultimi post

3 Commenti

    • E' qualcosa di estremamente creativo: ti permette di esprimere un concetto, sottintendendo un intero libro... mai scritto...
      Ed è molto divertente. 🙂

      • vero... e tu lo sai esprimere appieno... incredibile... il libro nella sua essenza...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito