Il mio cuore è come un palloncino: grande, morbido e fragile.
Basterebbe un granello di sabbia per far traboccare i suoi occhi,
cisterne colme d’immensi pianti, per farlo sgonfiare piano
verso il triste nulla.
“Un mite cuore ch’odia il nulla vasto e gelido... e piange
perché ha vissuto, perché vive”.

Il mio cuore è come un palloncino:
gonfio d’amore, travolto e trasportato dal vento della passione,
perso nelle sue spirali si culla nell’infinito che è in noi alla volta
dei pensieri, degli ideali, delle idee ed effonde il suo colore su
gloriose trame sotto il baldacchino del cielo.

Anche se nella maestosità del cielo vola alto e sembra così forte
( forse lo è), basterebbe la punta di un invisibile spillo
per farlo scoppiare… coriandoli… pianto nel cielo blu.

( tra virgolette Baudelaire “Armonia della sera” e “La maschera”)

Michela
Michela
Non potrei essere altro che quella che sono: un cavallo libero in una prateria che non vuole essere domato; una fatina buona che appare quando serve e senza rumore se ne va; una leonessa che protegge i suoi cuccioli e li aiuta a vivere; il caos senza controllo,la mamma, l’amica, l’amante, la moglie che ama nel profondo. Ecco, sono passione, dedizione e propensione. Una sognatrice con i piedi per terra, la quiete e la tempesta, il dramma e la commedia (beh, forse più la commedia!), il tutto e il niente. Sono una come tante… sono io.

Suoi ultimi post

9 Commenti

  1. Un gran bel palloncino ...

    ....pensa a quei bimbi che li fanno scoppiare solo per divertimento, e non sanno quello che succede in realtà...

    • Purtroppo non sono i bambini che si divertono a farli scoppiare...
      se osservi bene loro ci tengono, vorrebbero non si sgofiassero mai, andere con essi per il cielo azzurro a vedere di cosa sono fatte le nuvole.
      Se osservi bene sono i grandi che si divertono a farli scoppiare, quelli che hanno perso l'ingenuità e la purezza di spirito, coloro che hanno perso di vista le piccole cose... e che non sanno cosa succede in realtà ( o non vogliono saperlo)

  2. perchè credi che i grandi non siano comunque bambini....?

    nessuno è cresciuto finchè non muore...

    • Essere bambini, seguire il fanciullo che è in noi, non vuol dire essere infantili.
      Per me c'è una bella differenza. La bambina che è in me non ha mai "fatto scoppiare volutamente un palloncino", molte persone infantili che conosco si. Punti di vista. Magari solo sensibilità diverse.
      Nessuno è cresciuto finchè non muore, ma molti hanno già il cuore secco come un vecchio legno da ardere.

      • C'è chi nasce vecchio e chi muore giovane, l'infantile e il benpensante, l'ignorante e il vissuto...

        Questo è vero, alla fine è tutto puramente casuale e caratteriale.

        Ti capisco e ti comprendo.

  3. Scusate se intervengo, poi l'argomento palloncino è a me caro da sempre.... il lasciarlo andare nel cielo... la voglia di vederlo volare alto e il dispiacere di perderne il possesso...
    poi guardo mio figlio che ama farli scoppiare uno dietro l'altro che siano gonfiati a fiato o ad elio poco importa... 🙁

  4. Il nostro cuore, un muscolo così importante per il nostro corpo, sede dell'anima e dell'amore, eppure così fragile, che uno spillo potrebbe ferirlo mortalmente.
    Dolce poesia.
    Mi è piaciuta.

  5. Eh, quando li facevo (e li faccio) scoppiare io i palloncini!

    (ho il terrore indissolublie dei palloncini, altalene, palloni e palline che rotolano, giocattoli che galleggiano, carillon...)

  6. Il mio cuore Era come un palloncino....
    qualcuno l'ha bucato...
    ha un gran voglia di gonfiarsi, di tornare grande come prima, anzi di più...
    vorrebbe volare, volare come non ha mai fatto...
    ci prova e ci riprova, ma ogni volta gli viene ricordato che è stato bucato...
    cerca qualcosa... qualcosa che lo guarisca
    ma esiste quel qualcosa?


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito