"Ho perso le parole" è  il titolo di una canzone di Ligabue.

Sarebbe già un inizio,oppure una fine.

E' quando non hai le parole che non sai come fare.

Una casa è una casa,il mare è il mare,l'amore è l'amore.

E poi?

Varchi la soglia dell'orizzonte,pensi di trovarti nelle indie e sei in America.

Appunto.

Lo chiamiamo America questo gigantesco, bellissimo continente,ricco di natura e paesaggi incontaminati?

Va bene fu la risposta.

In qualche modo all'agenzia di viaggi bisognerà pur dare un'indicazione...mica glielo puoi spiegare...cos'è l'America!

Il bello comincia adesso.

E se volessi descrivere una sensazione,uno stato d'animo,un sentimento solo mio?

Ci risiamo ...

Sarebbe inserito e catalogato come un reperto fossile,perchè appartiene ad una famiglia conosciuta.

E i fossili non sono vivi,lo erano.

Ma neanche per sogno miei cari,questo ( _________ ) è impossibile da immaginare.

Sapreste descrivermi un'"Aureafilosamalboreale" ?

Non credo...

E' un essere vivente che cresce su un altro pianeta,interagisce con te nel profondo.

E' un fiore.Il fiore della vita.

Gli antichi lo ammiravano e rispettavano,lo amavano come un dono degli Dei.

Lui ti (____________ ) semplicemente perchè esiste.

Cura le ferite mortali,il suo nettare disseta come acqua di sorgente ed illumina la notte dei guerrieri di ghiaccio e di Sole.

La leggenda narra che fu una goccia di sangue sgorgata dal cuore di un cavaliere alato, morto cercando invano il suo amore,a dargli la vita.

Questo fiore è l'essenza Universale di tutte le cose.

Potrei stare ore a parlare ma a voi arriverebbe solo una pallida immagine sbiadita,forse neanche quella.

Un (________) che solo standogli vicino si può provare.

Ecco, il senso è questo.

Quindi lascio Spazio vuoto  in attesa di...

Trovare le parole.

poeta solitario
poeta solitario

Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio.
E’ proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l’anticamera di un nuovo inizio.
Nato nel 1977 l’8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata “Sensazioni d’Autore”,un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

3 Commenti

  1. nel silenzio possiamo riscoprire quello che le parole non riescono a spiegare... vivere senza cercare di dare un nome a tutto... le sensazioni vanno al di là delle parole...

  2. si mariella, purtroppo per noi che ci ostiniamo a scrivere :))


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito