A spasso per Glastonbury

Poesie poeta solitario

Non tradirò più me stesso,

non tradirò più i miei ideali,

non tradirò più la mia fede.

Sarò vento per i cuori  stanchi,

sarò foco per quelli spenti,

sarò primavera per quelli erranti.

Vita ad ogni passo,

libro ad ogni stolto,

terrore dei  vigliacchi,

guerra e lampo ai disonesti.

Mantello nero  ai disperati,

ferro e scudo per gli oppressi,

indefesso nella notte,

croce e rosa dei regnanti.

La mia luce è ormai giunta,

fresca e spoglia dalla macchia,

Dea del Sole e del valore,

ha lenito il mio dolore.

I tuoi occhi scerpellini,  come rune talismani,

hanno acceso in me il domani,

di speranza nella sorte.

Una  stilla sol d'amore,

come magico,d'incanto,

al cavaliere già  stellato,

regalò di nuovo il pianto.




poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

2 Commenti


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito